Bonus infissi 2022, quello che c’è da sapere e come richiederlo

Anche per il 2022 è possibile usufruire del bonus infissi. Ecco quali lavori si possono fare e come accedere alla detrazione
- - Ultimo aggiornamento
loading

Nella marea di bonus che affollano le notizie che ci arrivano ogni giorno c’è anche il bonus infissi. E si sa che, giustamente, quando si parla di bonus le orecchie sono sempre ben tese. È infatti importante capire come se ne può usufruire e a quali condizioni. D’altronde la mamma ci ha insegnato che nessuno ci regala niente.

LEGGI ANCHE : >> PIANO COTTURA A INDUZIONE, SI RISPARMIA DAVVERO?

Che cos’è il bonus infissi

Intanto iniziamo a dire che pure per il corrente anno, il 2022, è possibile beneficiare della detrazione fiscale dell’Ecobonus. Il cosiddetto bonus infissi serve proprio per sostituire i vecchi infissi o modificare quelli esistenti – ma non per installarne di nuovi – in modo tale da migliorare l’efficienza termica e l’isolamento dell’appartamento. Si tratta di una misura che, proprio come altri bonus edilizi, va nella direzione della sostenibilità e della riqualificazione energetica degli immobili.

LEGGI ANCHE : >> STOP AI VOCALI SU WHATSAPP, COME TRASFORMARLI IN TESTO

Le condizioni per usufruire del bonus

Ma vediamo più nel dettaglio come lo si può richiedere e chi può accedere a questo bonus. Come riporta il sito Greenme.it, fra le spese che danno diritto all’agevolazione fiscale del bonus infissi ci sono gli interventi di sostituzione dei cassonetti per le finestre comprensive di infissi. Non solo, anche la posa in opera di una nuova finestra o di una porta d’ingresso o di un lucernario comprensivi di infissi in sostituzione dell’esistente. E ancora la sostituzione dei componenti vetrati, l’installazione di scuri, persiane, avvolgibili.

Per poter beneficiare della detrazione del 50% prevista dall’Ecobonus è importante che le parti sostituite o modificate delimitino un volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati e che garantiscano un valore di conduttività termica minore o uguale al limite stabilito per le fasce climatiche delle differenti zone.

Come si ottiene la detrazione

Questi lavori permettono di godere di una detrazione fiscale del 50% per una spesa massima di 60mila euro per ciascun immobile. Ma all’atto pratico come bisogna procedere per la detrazione? Ci si deve registrare sul sito di ENEA entro 90 giorni dalla fine degli interventi di manutenzione o sostituzione o dalla data di collaudo degli infissi e compilare la “Scheda descrittiva” dell’intervento. Si potrà usufruire della detrazione fiscale fino al 31 dicembre 2024.

Foto: Shutterstock