Salute dopo i sessant’anni: ecco le regole d’oro da seguire

Scienza e medicina ci aiutano non solo a vivere più a lungo ma anche a vivere meglio, sempre che adottiamo alcuni accorgimenti.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Soprattutto superati i sessant’anni, dovremmo seguire alcune regole che possono davvero aiutarci a stare bene a lungo. Per esempio, il primo consiglio è quello di ridurre l’assunzione di alcuni farmaci come l’aspirina: sono i cosiddetti FANS. Gli antidolorifici, infatti, andrebbero assunti dietro consiglio del medico visto che possono causare reazioni anche pericolose. In più, se assunti insieme ad altri medicinali, possono interferire con l’assorbimento dei principi attivi e danneggiare il sistema gastrointestinale.

LEGGI ANCHE >> ABBIAMO SCOPERTO PERCHÉ LA TARTARUGA VIVE 150 ANNI E COME IMITARLA

In secondo luogo, è bene continuare a fare movimento per tenere in attività il fisico ma senza esagerare con gli sforzi. Ottimo, quindi, l’esercizio aerobico moderato praticato con regolarità a patto di non soffrire di patologie particolari. È fondamentale – lo è a ogni età – mangiare in modo sano, seguendo un regime equilibrato che privilegi verdure, cereali (meglio integrali) e proteine magre. Si consiglia anche di aggiungere fibre e ridurre i grassi saturi preferendo quelli buoni presenti nel pesce e nella frutta secca.

LEGGI ANCHE >> LA LISTA NERA DEI CIBI CONTAMINATI: COSA NON PORTARE IN TAVOLA

Attenzione, poi, ai dolori articolari: quando si parla di artrite, infatti, si ha a che fare con diverse patologie complesse. Dai sessant’anni in su, quindi, ogni fastidio che comporti rigidità, gonfiori e difficoltà di movimento merita di essere approfondito. Ultimo, ma non ultimo, non sottovalutiamo mai sintomi come perdita di memoria e riduzione della capacità di svolgere compiti elementari. Insieme alla difficoltà nell’articolare le parole, questi episodi possono nascondere l’inizio dell’Alzheimer.

Foto Shutterstock