Milano è campione di ciclabilità urbana

Oltre a Milano sul podio della gara di mobilità sostenibile promossa da Legambiente anche Padova e Piacenza
- - Ultimo aggiornamento
loading

La mobilità sostenibile si consolida e diviene un’alternativa sempre di più praticata anche nelle grandi città. È, infatti, Milano la maglia rosa della dodicesima edizione del Giretto d’Italia – bike to work 2022. Si tratta del campionato nazionale della ciclabilità urbana organizzato da Legambiente, Euromobility e in collaborazione con 36 amministrazioni comunali aderenti all’iniziativa e altri 4 monitoraggi effettuati da volontari in altre città non aderenti formalmente all’evento (Moncalieri (TO), Pistoia, Reggio Calabria e Rivoli (TO)).

LEGGI ANCHE : >> Come superare l’ansia da parcheggio

Milano e gli spostamenti sostenibili

Sono stati in tutto oltre 300 i check point in cui si sono effettuati i rilevamenti, tra questi 57 tra Università o scuole e 39 aziende piccole e grandi. A totalizzare il maggior numero di spostamenti sostenibili casa-scuola e casa-lavoro è stato il capoluogo lombardo. Seguito dalle ormai habitué Padova, Piacenza, Pesaro e Reggio Emilia. Ma si evidenziano finalmente buone performance anche a Torino, Napoli e Palermo. Il conteggio degli spostamenti è avvenuto in diverse date tra il 16 e il 29 settembre. Come? Tramite appositi check- point allestiti nelle immediate vicinanze di aziende pubbliche e private, scuole, asl e università.

In totale sono transitati dai 334 varchi a bordo di mezzi sostenibili oltre 61mila tra lavoratori e studenti. Sono stati 56.058 i passaggi delle sole bici e 5.861 quelli di mezzi sostenibili. Furono 35.037 i passaggi di biciclette e 3.204 quelli relativi agli altri mezzi di micromobilità elettrica lo scorso anno.

La classifica

La classifica delle città per numero assoluto di spostamenti sostenibili vede in testa Milano con 6.020 mezzi, Padova con 5.703, Piacenza con 5.017, Pesaro con 4.307, Reggio Emilia con 3.320. Poi Verona (3.217), Torino (3.005), Bolzano (2.899), Treviso (2.845), Ravenna (2.683).

“Anche quest’anno il Giretto d’Italia ha registrato una grande partecipazione di lavoratori e studenti che hanno scelto mezzi di mobilità sostenibile per spostarsi in città. Tra loro crescono, in particolare, quanti vanno a scuola, in azienda o all’università a bordo di e-bike e monopattini elettrici. Al contempo, nonostante l’incremento nell’uso di mezzi di trasporto sostenibili osservato in piena emergenza pandemica, il ricorso all’auto privata è purtroppo tornato sostanzialmente ai livelli pre-Covid – dichiara Giorgio

Zampetti, direttore generale di Legambiente –. Per rendere la mobilità sostenibile una sicura ed efficace alternativa all’auto nel quotidiano, occorre ripensare gli spazi urbani garantendo percorsi dedicati, investire sulla mobilità leggera e mettere a norma e incentivare il bike to work”.

Foto: Shutterstock