Multe, quanto incassa il tuo comune? La lista dei più “spietati”

I dati relativi al 2020 restituiscono la situazione per quel che riguarda le multe nelle città e nei comuni italiani
- - Ultimo aggiornamento
loading

Le multe sono l’incubo di tutti i cittadini. Parcheggi in divieto di sosta, eccesso di velocità, uso scorretto dello smartphone in auto: sono tanti i motivi per cui si può incorrere in una multa. Ma quali sono le città e i comuni più “spietati” in tal senso?

LEGGI ANCHE >> TRUFFA INPS, ATTENZIONE A QUESTA MAIL

I motivi più comuni per cui si prendono multe

A fornire la risposta è il sito Openpolis.it. Le multe, come tutti sanno, rappresentano una fonte di entrata come le tasse e possono avere un peso anche piuttosto importante sui bilanci delle nostre città.

Nel 2020, anno in cui è scoppiata la pandemia, è stato l’eccesso di velocità l’illecito stradale più multato con ben 564.352 contravvenzioni. Al secondo posto troviamo le multe per il mancato uso della cintura di sicurezza (74.996) e quelle relative all’utilizzo dell’auricolare o del vivavoce (39.323).

La situazione nelle grandi città…

Tra i comuni che hanno più di 200mila abitanti è Firenze quello che nel 2020 ha riportato le entrate maggiori con 138,33 euro pro capite. Seguono Bologna (106,54), Padova (92,95) e Milano (86,72). Le tre città che incassano di meno per multe e sanzioni sono invece Genova (43,08 euro pro capite), Bari (29,15) e Trieste (26).

LEGGI ANCHE >> ECCO COSA SIGNIFICA SE RICEVETE SPESSO TELEFONATE MUTE

… e nei comuni italiani

Se si esaminano tutti i comuni italiani, quello che ha ricevuto le entrate più significative grazie alle multe è Colle Santa Lucia in provincia di Belluno con 3160,08 euro pro capite. A seguire abbiamo Melpignano (Lecce, 1890.81), Carrodano (La Spezia, 1543,07), Roseto Capo Spulico (Cosenza, 1247,54) e Bussi sul Tirino (Pescara, 1055,06).

Questi dati sono disponibili su openbilanci, la piattaforma online sui bilanci comunali. Ogni anno i comuni inviano i propri bilanci alla Ragioneria Generale dello Stato, che mette a disposizione i dati nella Banca dati amministrazioni pubbliche (Bdap). Openbilanci estrae i dati, li elabora e li rende disponibili sulla piattaforma. In questo modo ci si può “divertire” a conoscere la situazione delle multe comune per comune.

Foto: Shutterstock