Incentivi per auto elettriche, come funzionano

Dal 16 maggio finalmente entrano in vigore gli incentivi per le auto elettriche: che cosa c'è da sapere.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Incentivi per auto elettriche: l’attesa è finita. Lunedì 16 maggio finalmente entreranno in vigore dopo una lunga attesa gli incentivi per l’acquisto di automobili elettriche o a basse emissioni di gas inquinanti.

LEGGI ANCHE >> GLI ELETTRODOMESTICI CHE CONSUMANO DI PIU’, C’E’ ANCHE UN INSOSPETTABILE

Una lunga attesa

Come riporta Ilpost.it i concessionari potranno iniziare con le prenotazioni, indicabili su una piattaforma dedicata a partire dal 25 maggio.

Il decreto sugli incentivi per auto elettriche aveva ricevuto la firma del presidente del Consiglio Mario Draghi lo scorso 6 aprile. Ciononostante è servito più di un mese per avere tutto pronto, non senza le proteste dei concessionari che erano in attesa di organizzare le vendite per il 2022.

Nel mese di aprile c’è stata una riduzione delle consegne di nuove auto anche a causa della crisi delle materie prime. Una crisi che ha avuto come effetto diversi rallentamenti nella produzione.

LEGGI ANCHE >> LE VENTI PASSWORD HACKERATE SUL DARK WEB: C’E’ANCHE LA TUA?

Incentivi per auto elettriche: cosa c’è da sapere

Ma veniamo a vedere più da vicino gli incentivi per auto elettriche. Stiamo parlando di 650 milioni di euro all’anno dal 2022 al 2024, con incentivi che variano da 2mila a 5mila euro a seconda dei modelli e delle tipologie e quantità di inquinanti che si producono con il loro utilizzo.

Tre sono le fasce identificate in base alle emissioni di anidride carbonica: automobili elettriche, ibride e a benzina/diesel a basso consumo.

Gli incentivi più importanti sono per l’acquisto di automobili totalmente elettriche, il cui prezzo di acquisto sia inferiore ai 35mila euro IVA esclusa. Parliamo in questo caso di 3mila euro ai quali se ne possono aggiungere altri 2mila nel caso della rottamazione di un veicolo con motore inferiore a Euro 5.

Per i veicoli ibridi e con prezzo fino a 45mila euro IVA esclusa si può ottenere un incentivo di 2mila euro, cui se ne aggiungono altri 2mila nel caso in cui si rottami un veicolo.

Ci sono poi incentivi per l’acquisto di automobili con motori a benzina/diesel, ma solo se le loro emissioni sono comprese nella fascia 61-135 grammi di CO2 al chilometro.

Foto: Shutterstock