NFT e realtà aumentata, l’unione fa la forza

Il mercato degli NFT è in rapida ascesa, e il mondo dei social stanno trovano soluzioni innovative che stanno dando ottimi risultati
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il mercato degli NFT è in un momento di grande crescita, secondo il rapporto trimestrale di Atelier BNP Paribas. Si parla di un settore che supera i 2 miliardi di dollari e si stima che il vero potenziale degli NFT sarà sviluppato grazie alla tecnologia AR e all’avvento del Metaverso. Quest’ultimo infatti arricchirà il valore economico dei singoli token.

LEGGI ANCHE : >> AUMENTI IN BOLLETTA, ARRIVANO I BONUS

Che cosa sono i NFT

Per chi ancora non sapesse cosa sono, i Non-Fungible-Token, detti NFT, sono un insieme di informazioni digitali di proprietà esclusiva di un utente, certificati dalla tecnologia della blockchain. Si tratta di versioni digitali di oggetti fisici da collezione e proprio l’esclusività di questi prodotti li rende estremamente preziosi. Non a caso nell’ultimo anno il mercato degli NFT è esploso.

Sono diventati oggetto di compravendita proprio per la loro natura esclusiva, con tanto di certificato di autenticità e diritti legali, e a prova di contraffazione grazie alla blockchain. Per vivere al massimo l’esperienza di questi prodotti, viene inoltre in supporto la Realtà Aumentata che migliora l’esperienza dell’utente che acquista NFT rendendola unica.

“Gli NFT che implementano la realtà aumentata, offrono la possibilità di visualizzare oggetti digitali nell’ambiente circostante, rendendone più facile la fruizione e quindi l’acquisto e la vendita. Questa combinazione consente alle persone di interagire con la propria proprietà virtuale facendo nascere un’esperienza ancora più coinvolgente e unica nel suo genere” spiega Mattia Salvi, CEO di Aryel.

LEGGI ANCHE : >> CONOSCI VERAMENTE LE LAMPADINE DI CASA TUA? ECCO COSA DEVI SAPERE

NFT e realtà aumentata, un binomio vincente

NFT e realtà aumentata permettono ai proprietari di vivere esperienze d’uso come mai prima, proprio grazie all’esclusività del prodotto e all’immersività della tecnologia. Non si tratta solamente di esperienza d’uso ma anche di investimenti economici. Un NFT attivabile tramite realtà aumentata può incrementare il suo valore sul mercato nel tempo, diventando un vero e proprio bene di lusso.

Esempi vincenti

Nel mondo dei social media sempre più artisti e sviluppatori stanno cercando di combinare l’arte con la tecnologia per creare filtri NFT da condividere online e sui social media. Il mondo dell’arte è probabilmente uno dei campi più popolari per gli NFT in AR. Particolarmente interessanti sono le “lenti digitali” che permettono agli utenti di visualizzare opere d’arte uniche in digitale, funzionando come un filtro che permette di interagire con un’opera d’arte posizionandola nell’ambiente circostante grazie all’AR.

Nell’industria musicale i Kings of Leon sono stati i primi a distribuire un intero album con NFT. La band ha dato l’opportunità di accedere a contenuti esclusivi come l’edizione speciale dell’album, oppure avere posti in prima fila ai loro concerti.

Nel settore healthcare gli NFT si possono usare per proteggere la privacy dei pazienti, potenziando anche la sicurezza e abbassando il rischio di contraffazione nel tracking delle filiere in campo farmaceutico.

Anche nel mondo dei videogame e della moda gli NFT non sono di certo passati inosservati. È il caso della collaborazione tra Gucci e Wanna, che hanno presentato un modello di sneaker virtuali. Si tratta delle Gucci Virtual 22, che nascono per essere esibite nel mondo del gaming. Gli utenti potranno sfoggiare la calzatura nel mondo virtuale di Decentraland.

Foto: Ufficio Stampa Startup Geeks