Uno studio apre a nuove prospettive di cura per il tumore del colon

Una nuova ricerca ha individuato un tipo di cellule finora sconosciuto che farebbero da ‘scudo’ al tumore del colon.
-
loading

L’ultimo studio sul tumore del colon retto ha portato alla scoperta del meccanismo con cui lavorano alcuni tipi di cellule. Queste, finora non note, formerebbero un barriera di zuccheri contro i radicali liberi per proteggere lo sviluppo del tumore. Lo studio è stato condotto dall’Istituto di Candiolo grazie al 5×1000 della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.

LEGGI ANCHE : – NON TOGLI LE SCARPE PRIMA DI ENTRARE IN CASA? QUESTI I RISCHI

Come riporta ANSA, le cellule scoperte non sarebbero in grado di moltiplicarsi nel tumore ma avrebbero un ruolo di scudo. Attraverso l’assorbimento di elevate quantità di glucosio, infatti, queste cellule non solo difendono il tumore ma lo alimentano. In queste cellule lo zucchero, dunque, si accumula senza essere convertito in energia e fornisce una difesa che garantisce la sopravvivenza tumorale.

LEGGI ANCHE : – IL CELLULARE E RISCHIO DI TUMORE AL CERVELLO, UNA SCOPERTA INEDITA

Da qui la nuova prospettiva di trattamento: rimuovere queste cellule aumenterebbe l’efficacia delle terapie al colon retto. Sottrarre alle cellule neoplastiche lo scudo cellulare e il ‘carburante’ con cui si moltiplicano potrebbe salvare molte vite. Una scoperta importante, dunque, soprattutto considerando che il tumore del colon è il secondo per diffusione in Italia ed Europa.

Foto Shutterstock