Quanto costa a Zuckerberg il blocco di Facebook in Russia

Tra le ultime decisioni del Cremlino c’è il blocco di Facebook nel Paese, ecco quanto costerà a Meta.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il conflitto avviato da Mosca corre anche in rete e l’ultimo blocco riguarda la piattaforma di Mark Zuckerberg. Il Cremlino, infatti,  ha interrotto l’accesso a Facebook accusato di oscurare in maniera ingiusta i media russi. Una decisione che costerà a Meta svariati milioni di dollari di entrate considerati che gli utenti dalla Russia sono circa 66 milioni.

LEGGI ANCHE : – I SOCIAL GUADAGNANO CON OGNUNO DI NOI, ECCO QUANTO

Stando ai dati di Statista riportati da Forbes, Facebook avrebbe guadagnato  19,68 milioni di dollari per ogni utente europeo nel 2021. I calcoli sono presto fatti: l’autoesclusione della Russia dal circuito social costerà a Zuckerberg 3,6 milioni di dollari al giorno. Per un totale di 1,3 miliardi annui. In percentuale, dunque, senza Mosca i ricavi annuali totali di Meta potrebbero diminuire di circa l’1%.

LEGGI ANCHE : – FACEBOOK HA CANCELLATO UN MILIARDO DI PROFILI

Le restrizioni di Putin hanno portato a una prima censura di alcune testate giornalistiche (come RT e Sputnik) a cui è seguito il blocco totale. All’annuncio del Cremlino, è seguito un tweet del presidente degli Affari Globali di Meta Nick Clegg lanciato online domenica 6 marzo. Il dirigente afferma come Facebook sia riuscito a intervenire sulla campagna di disinformazione messa in atto dalla Russia. E abbia sventato un tentativo di hackeraggio nei confronti di account dell’Ucraina.

Foto Shutterstock