Gli euro cambiano look, ecco quando avremo le nuove banconote

Dopo vent'anni avremo nuove banconote. Ecco quando e che novità ci attendono
- - Ultimo aggiornamento
loading

Gli euro si rifanno il look. Dopo vent’anni è ora di darsi una rinfrescata in tema di grafica. Questo almeno è il piano della BCE presentato a inizio dicembre 2021. La cosa interessante è che questo nuovo “look” avverrà con la partecipazione attiva della collettività. Siete curiosi di poter mettere mano al progetto? Vediamo di che si tratta nel dettaglio.

LEGGI ANCHE >> PRELIEVI AL BANCOMAT, ARRIVA LA STANGATA

Quando avremo gli euro nuovi?

Intanto vi starete chiedendo quando avremo gli euro nuovi. Si prevede che tutto questo avverrà dal 2024. Lo scopo, come riporta il sito Money.it, è mettere a disposizione banconote “innovative e sicure che mantengano un legame con i cittadini europei.”

Le banconote in euro faranno sempre parte delle nostre vite. Esse sono un simbolo tangibile e visibile della nostra coesione in Europa, in particolare in tempi di crisi. Inoltre la loro domanda è ancora forte”, ha spiegato Lagarde parlando del progetto di rinnovamento grafico.

LEGGI ANCHE >> QUANDO I BANCOMAT SPARIRANNO DOVE PRELEVEREMO I SOLDI?

Come saranno le nuove banconote

Gli euro che abbiamo avuto finora si sono ispirati al tema “Epoche e stili d’Europa” e riportano ponti, finestre, portali. Ma sulle nuove banconote che cosa ci sarà?

Il percorso verso le nuove banconote è fatto di diversi step. Ci vorrà dunque del tempo per arrivare al risultato finale. Tutto inizierà con un gruppo di consultazione, del quale fa parte un esperto per ciascun Paese dell’area con il compito di preselezionare e presentare un ventaglio di temi di ispirazione al Consiglio direttivo della BCE.

La Banca Centrale Europea a quel punto chiederà ai cittadini di esprimere le proprie preferenze sui temi preselezionati. Poi sarà la volta di un concorso di progettazione per le nuove banconote in base ai temi con più punteggio dal sondaggio dei cittadini. La BCE chiamerà di nuovo in causa la collettività per la preferenza sul progetto, e infine il Consiglio direttivo prenderà la decisione ultima.

Nel giro di un paio d’anni dunque gli euro cambieranno faccia, e noi non vediamo l’ora di osservare il risultato finale.

Foto: Shutterstock