Al vaglio nuove regole (e sanzioni) per bancomat e carte di credito

La Camera sta vagliando l’ipotesi di nuove misure per limitare i pagamenti in contanti e favorire l’uso di carte di credito e debito. Ecco cosa potrebbe cambiare.
-
loading

Tra le novità in arrivo potrebbe esserci una piccola rivoluzione che riguarda l’uso di bancomat e carte di credito. In particolare, la misura al vaglio della Camera coinvolgerà tutti gli esercenti italiani che ancora non accettano le carte. Questa ennesima stretta all’uso del contante, per combattere il nero, va quindi a colpire le attività ancora sprovviste di POS.

LEGGI ANCHE >> LA STANGATA SUI PRELIEVI, COSA SUCCEDERÀ A BREVE

La sanzione, contenuta in un emendamento del Pnrr, prevede una multa minima di 30 euro per chi rifiuta bancomat e carte di credito. A questa cifra si aggiunge il 4% del valore della transazione. Nel caso in cui la misura entrerà in vigore, starà alla polizia locale e alle forze dell’ordine di qualsiasi grado applicarla.

LEGGI ANCHE >> ADDIO BANCOMAT: COME FAREMO QUANDO SPARIRANNO?

E tra le altre novità in fase di discussione, c’è anche l’abbassamento della soglia per i pagamenti in contanti. Dagli attuali 2.000 euro potrebbe essere ridotta a 1.000 euro. I cambiamenti maggiori, però, riguarderanno le commissioni sui prelievi, definite dall’istituto che gestisce il bancomat fino a 1,5 euro. A questo punto non resta che aspettare per capire se e quando gli emendamenti diventeranno effettivi e come reagiranno i commercianti.

Foto Shutterstock