Effetti collaterali dei farmaci, ecco quali molecole evitare

Una rivista specializzata ha indicato un elenco di medicinali i cui effetti collaterali sono superiori ai benefici.
- - Ultimo aggiornamento
loading

La rivista specializzata ‘Prescrire’ ha aggiornato il suo elenco di medicinali da evitare in quanto questi farmaci hanno effetti collaterali superiori ai benefici. Si tratta di una lista di ben 105 farmaci da evitare perché risultati inefficaci se non dannosi per chi li assume. L’indagine valuta diversi indicatori e, di anno in anno, aggiorna l’elenco finale sulla base di follow-up e nuovi dati.

LEGGI ANCHE >> CIBO CONTAMINATO, ECCO COSA NON PORTARE IN TAVOLA

In dieci anni, ‘Prescrire’ ha rimpolpato la sua blacklist con farmaci ormai obsoleti oppure, al contrario, farmaci recenti meno efficaci dei precedenti. O ancora, farmaci che espongono a rischi maggiori rispetto ai benefici. Partiamo dai medicinali per patologie cardiologiche: la lista segnala, come molecole da evitare, nicorandil, bezafibrato e fenofibrato. A queste si aggiunge il ciprofibrato, come riporta greenme, anche il fenofibrato.

LEGGI ANCHE >> SE VIVI IN CAMPAGNA, CHIUDI LE FINESTRE DI CASA

Quindi, per quanto riguarda gli antinfiammatori (FANS), meglio evitare il ketoprofene preferendo invece paracetamolo o ipubrofene. In caso di diabete, poi, le molecole con maggiori effetti collaterali risultano essere saxagliptina, sitagliptina e vildagliptina.

Infine, un’ampia sezione riguarda i farmaci per raffreddori e sintomi influenzali vari; tra questi, evitiamo bromexina  eambroxolo. E ancora, non abusiamo mai dei decongestionanti nasali a base di fenilefrina, nafazolina, efedrina, xilometazolina e ossimetazolina. Meglio i vecchi rimedi della nonna.

Foto Shutterstock