L’obesità non dipende da quanto, ma da cosa si mangia

Una ricerca suggerisce un nuovo approccio alla gestione del peso
- - Ultimo aggiornamento
L’obesità non dipende da quanto, ma da cosa si mangia

Secondo una ricerca pubblicata su The American Journal of Clinical Nutrition, l’obesità non dipende da quanto si mangia, ma da quel che si mangia. Si tratta di un approccio alla gestione del peso che si basa sul modello carboidrato-insulina.

LEGGI ANCHE >> TUMORE E SOVRAPPRESO, ECCO COSA E’ STATO SCOPERTO

Questo, come riporta Greenme.it, sostiene che l’eccesso di cibo non è la causa principale dell’obesità. Semmai la colpa è del consumo eccessivo di alimenti ad alto carico glicemico, soprattutto carboidrati trasformati e rapidamente digeribili.

Tali alimenti causano risposte ormonali che modificano il nostro metabolismo, favorendo l’accumulo di grasso, l’aumento di peso e quindi l’obesità.

LEGGI ANCHE >> L’OBESITA’ SI STABILISCE GIA’ NEL GREMBO MATERNO?

Più che spingere le persone a mangiare di meno, strategia che funziona poco, il modello carboidrato-insulina (in opposizione a quello del bilancio energetico, che afferma come l’aumento di peso sia causato dall’ingerire più energia di quante ne consumiamo) suggerisce un altro percorso che si concentra sulla qualità del cibo ingerito.