Vandalizzata la statua della porchetta di Trastevere

Nei giorni scorsi c'erano state grandi polemiche sull'opera da parte di associazioni animaliste
- - Ultimo aggiornamento
loading

UPDATE 25/6: La statua tanto discussa della porchetta, posizionata a Trastevere, è stata vandalizzata durante la notte fra giovedì e venerdì: ignoti l’hanno imbrattata con delle vernice rossa. Il gesto non è stato rivendicato, le foto sranno circolando sui social.

Gli animalisti contro la statua della porchetta a Roma: «È un insulto»

È iniziata la mobilitazione animalista contro il discusso monumento alla porchetta che è stato eretto nel cuore di Roma. L’installazione che si intitola ‘Dal panino si va in piazza’ è comparsa, infatti, in piazza san Giovanni della Malva, a Trastevere.  L’idea alla base dell’opera sarebbe quella di rappresentare “un atto aggressivo e itinerante del consumare il cibo all’aperto” ma gli animalisti non ci stanno.

Così, dopo la rimozione del post dalla pagina Facebook sommersa dalle critiche, si chiede alla presidente del Municipio Roma 1 Sabrina Alfonsi la rimozione fisica. A farsi promotore della richiesta è Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali) che definisce “un insulto” l’installazione romana. «Abbiamo ricevuto molte telefonate di protesta, e non solo da parte di vegetariani e vegani», dichiara Rita Corboli delegata dell’Oipa di Roma.

LEGGI ANCHE: LA CIOCCORANA ESISTE DAVVERO ED È IN NUOVA GUINEA

A scrivere, infatti, sono anche «persone che forse ora ci penseranno due volte prima di mangiare la porchetta», continua. E ancora: «Ricordiamolo, altro non è che un cucciolo di maiale arrostito intero per poi essere affettato. Si tratta di una “creazione” che, se voleva celebrare una “tradizione alimentare romana”, speriamo che stia contribuendo invece a demolirla».

«La presidente del Municipio Roma 1, Sabrina Alfonsi, ha eliminato dalla sua pagina Facebook il post », conclude Corboli. «Speriamo che a questa rimozione virtuale dalla sua pagina social segua la rimozione reale dell’oggetto dalla piazza».