Animali selvatici in città, chi chiamare?

Cinghiali e lupi, ma anche falchi pellegrini o gabbiani reali: ecco come comportarsi
-
Animali selvatici in città, chi chiamare?

Incontrare un animale selvatico in città ormai non è così raro: nelle principali città italiane, per molti fattori fra cui l’urbanizzazione e in alcuni casi problemi legati allo smaltimento dei rifiuti, può capitare di imbattersi in stupendi rapaci in via di estinzione ma anche in animali più pericolosi, come cinghiali o lupi.

A Roma, ma non solo, capita di incrociare cinghiali che si avvicinano al centro abitato attirati dalla spazzatura: in quel caso è importante non avvicinarsi ma allontanarsi lentamente, senza correre e senza dare le spalle all’animale, anzi lasciandogli sempre una via di fuga. Il cinghiale infatti se si sente minacciato può diventare aggressivo: per questo bisogna fare ancora più attenzione se si è con il proprio cane, che viene visto come un predatore. Va chiamato lo 060606, per segnalare l’avvistamento.

LEGGI ANCHE: — COSA FARE SE TROVO UN NIDO DI API

Sempre parlando della Città Eterna, Corpo forestale dello Stato e LIPU hanno recentemente fatto sapere che in un anno a Roma vengono salvati circa 5000 esemplari di fauna selvatica, soprattutto uccelli: Falchi pellegrini, gheppi, allocchi, picchi, pappagalli, e gabbiani reali sono solo alcuni di essi. Se si soccorre un uccello ferito o ci si rende conto della presenza di un nido di un animale selvatico vicino o dentro casa propria, la cosa migliore è contattare la sede LIPU più vicina: vi sapranno dare indicazioni in merito.

A Firenze non è raro avvistare cinghiale e caprioli, ma anche il lupo, il colombaccio e i picchi, daini, cervi, volpi e falchi pellegrini.

LEGGI ANCHE: — HO UN RICCIO IN GIARDINO: COSA FARE E COSA NON FARE

Se si avvista un lupo, non bisogna in nessun caso cercare di avvicinarsi: se si avvicina lui, cercare di far rumore sbattendo i piedi o un oggetto per spaventarlo e farlo scappare. Se lo si vuole osservare, farlo da distanza. Non dargli mai da mangiare, cosa che non deve avvenire in nessun caso di avvistamento di animale selvatico. Si può chiamare il Comune di appartenenza per segnalare l’avvistamento o la LAV per avere maggiori informazioni sul comportamento da tenere. Se invece avvistate una volpe, se è in buona salute non tentate di avvicinarla, sia che si tratti di un cucciolo che di un esemplare adulto, mentre se è ferita segnalate la sua presenza al Corpo Forestale dello Stato.

Se vi capita di avvistare esemplari di animali feroci (ricordiamo gli avvistamenti della pantera nella campagna pugliese, ma i casi sono purtroppo diversi), allertate immediatamente il 112.