Giornata Mondiale delle api: cosa fare se troviamo un nido?

Le api sono insetti estremamente affascinanti ma anche molto fragili e vanno tutelate: ecco cosa fare se ci si accorge di un nido nelle vicinanze di casa nostra
-
Giornata Mondiale delle api: cosa fare se troviamo un nido?

Oggi 20 maggio è la Giornata Mondiale delle api: sull’importanza di questi piccoli, incredibili ed operosi insetti molto è stato detto ed è ormai chiaro a tutti che dalla loro salute dipende anche quella del pianeta e di tutti noi. Molte persone sono però spaventate dalle api e dal loro pungiglione, soprattutto se capita in primavera di vederle “sciamare” vicino casa loro.

Sono api che sciamano, non c’è niente di cui spaventarsi!

LEGGI ANCHE: — COSA FARE SE TROVO UN NIDO DI RONDINE SUL BALCONE?

Le api non vanno mai cacciate via o peggio uccise: se scoprite un nido nelle vicinanze di casa vostra o se le vedete raggruppate tutte insieme in un luogo definito nelle vicinanze, la prima regola è mantenere la calma. L’ape non è un insetto aggressivo, lo diventa solo se si sente attaccato: niente urla, rumori forti o movimenti bruschi e l’ape vi lascerà in pace. Anche perchè attaccare per l’ape ha un costo altissimo: se punge muore e lo fa solo se costretta, per salvare il suo alveare.

LEGGI ANCHE: — LA CARICA DELLE COCCINELLE, LIBERATE 3MILA SOLO A ROMA: C’E’ UN MOTIVO

Come ha spiegato l’apicoltore Matteo Lorenzini (via Il Resto del Carlino), le api tendono a fare il nido nei posti bui e riparati: un classico è il cassetto delle tapparelle. Quando ci si rende conto della loro presenza, l’unica soluzione è chiamare un apicoltore: se non riuscite a rintracciarne uno contattate le autorità, i Vigili del Fuoco ad esempio, che ve lo indicheranno. A quel punto dipenderà dall’apicoltore decidere i modi e i tempi dell’intervento: come spiega Lorenzini, se le api hanno già iniziato a costruire il loro favo, il lavoro è più lungo e difficoltoso perchè il favo va staccato e riposto, se invece non hanno iniziato, è molto più veloce.

Come capire se si tratta di api o delle più temibili vespe? Ad occhio è già molto semplice: la vespa è più grande ed è gialla e nera, inoltre ha il corpo diviso in due in maniera abbastanza netta. L’ape è molto più piccola e di color marrone chiaro tendente poi verso il nero. Se vi accorgete di avere vicino casa un nido di vespe o calabroni fate molta attenzione perchè a differenza delle api sono più aggressive e possono pungere più volte: potete chiamare anche in questo le Autorità o una ditta specializzata per la rimozione.