Uno studio sconsiglia i braccialetti antizanzare per neonati e bambini

Secondo uno studio francese gli oli essenziali contenuti nei bracciali contro gli insetti sono causa di allergie e possono essere molto pericolosi per i più piccoli.
-
loading

Il recente studio condotto da Que Choisir mette in guardia dall’utilizzo dei braccialetti antizanzare sui nostri bimbi. Comodi e colorati, i bracciali sono spesso usati proprio per mettere i più piccoli al riparo dagli insetti senza usare altri prodotti. Eppure sembrerebbe non solo che tali dispositivi non siano del tutto efficaci ma abbiano anche una certa pericolosità.

L’indagine è partita dopo una serie di segnalazioni raccolte dall’ANSES – Agenzia per la sicurezza sanitaria. E nell’occhio del ciclone sono finiti tre bracciali con oli essenziali e piastrine. Le sostanze attive contenute nei braccialetti avrebbero dimostrato una sostanziale inefficacia ai test cui sono stati sottoposti. In compenso, sono state rilevate reazioni anche gravi in bambini e neonati come ustioni dovute allo sfregamento prolungato.

LEGGI ANCHE: BIOSSIDO DI TITANIO, ATTENZIONE A QUESTO ADDITIVO

Nel caso più serio, poi, un bambino ha avuto le convulsioni causate probabilmente dal prodotto entrato in circolo sottopelle. E sono stati raccolti anche problemi come eruzioni cutanee e irritazioni agli occhi, dovuti alla rottura frequente delle capsule. L’esito dello studio di Que Choisir lascerebbe pochi dubbi: i braccialetti antizanzare non sarebbero sufficienti a proteggere dalle punture. Da qui la raccomandazione di ANSES di evitare di utilizzare questi bracciali su bimbi e neonati a causa degli oli essenziali spesso allergenici.

LEGGI ANCHE: I BAMBINI DOVREBBERO DORMIRE CON IL LORO ANIMALE: LO DICE UNO STUDIO

Articolo di Paola M. Farina

Foto Shutterstock