Attenzione ai pappataci, ecco come evitarne le punture

Tra i rischi dell’estate ci sono le punture degli insetti, potenzialmente pericolose oltre che noiose. Come quelle dei pappataci.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Con la stagione estiva si trascorre sempre più tempo all’aperto ma dobbiamo fare attenzione ai rischi del calar della sera. Gli insetti, infatti, si fanno sempre più numerosi ed è tra gli animali che possono attaccare l’uomo ci sono anche i pappataci. Simili a piccole zanzare, questi ditteri hanno come vittime privilegiate i cani ma possono in rari casi avvicinarsi anche all’uomo. E la loro puntura può avere conseguenze davvero serie dal momento che i pappataci trasmettono una malattia infettiva, la leishmaniosi.

LEGGI ANCHE: ZANZARE, A COSA SERVONO? FINALMENTE LO ABBIAMO CAPITO

Per evitare di essere punti possiamo mettere in atto alcune precauzioni, a partire da alcune buone abitudini quotidiane. Questi insetti detestano la luce, quindi cerchiamo di aerare per bene gli ambienti di casa e facciamo entrare i raggi solari. Utile contro i pappataci anche installare delle apposite zanzariere a maglie strette. Inoltre, per non far proliferare i pappataci, evitiamo i ristagni di acqua nei sottovasi in giardino e sul balcone. Esistono anche alcune piante che sono repellenti naturali, come timo, rosmarino e geranio: una piantina può aiutarci.

LEGGI ANCHE: L’INASPETTATO (MA EFFICACE) RIMEDIO CONTRO LA NAUSEA

Articolo di Paola M. Farina

Foto Shutterstock