Corona Natural Bar: dopo la festa è tempo di clean-up per la spiaggia

Si è conclusa il 4 settembre Corona Natural Bar, che ha incantato la spiaggia del Seggio di Marina di Castagneto Carducci per dieci giorni
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si è conclusa domenica 4 settembre l’inedita experience di Corona Natural Bar, che ha incantato la spiaggia del Seggio di Marina di Castagneto Carducci (LI) per dieci giorni. L’iconico locale in cui poter gustare il proprio aperitivo durante la Golden Hour è approdato per la prima volta in Italia lo scorso 26 agosto in una location speciale. L’iniziativa, che ha catturato l’attenzione ancor prima dell’apertura, ha registrato il sold out in pochi giorni.

LEGGI ANCHE : >> Corona Natural Bar, tra «arte sostenibile e divertimento sano»

L’evento Corona Natural Bar

Oltre 1000 persone hanno preso parte a questa experience unica nel suo genere, vivendo il variegato palinsesto di attività presenti nelle diverse giornate. Dal body painting al photo opportunity, alle live music session di Selton, Adriano Viterbini e Jack Jaselli e non solo. Corona Natural Bar è stato costruito interamente con materiali 100% naturali non lavorati, come sabbia e legno. Il progetto ha prestato totale attenzione all’ambiente, risultando sostenibile anche nei piccoli dettagli.

L’illuminazione, ad esempio, è stata gestita tramite energia solare e ad annaffiare le piante ci ha pensato il ghiaccio sciolto. I partecipanti hanno portato a casa circa il 50% delle bottiglie vuote, riempite di sabbia colorata, diventando elemento decorativo.

La scelta della spiaggia

La scelta della Spiaggia del Seggio di Marina di Castagneto Carducci è ricaduta dopo un’attenta selezione. Corona era alla ricerca di una location circondata dal verde e che permettesse di godere di un tramonto affascinante. Di un luogo facilmente raggiungibile e con un certo tipo di sabbia, adatta a questa tipologia di costruzioni.

Ora che l’evento si è concluso, è in programma un’azione di clean-up per tutelare l’area interessata. Non si lascerà nessun segno della presenza del bar e la sabbia utilizzata tornerà allo stato naturale.

Foto: Ufficio Stampa Goigest