Joaquin Phoenix, in corsa per l’Oscar, manifesta a Londra per Animal Equity

A poche ore della cerimonia dei Bafta, l'attore ha deciso di marciare al fianco di Animal Equality, organizzazione internazionale per la protezione degli animali
- - Ultimo aggiornamento

Lo conosciamo tutti per il suo grande talento e per le sue indimenticabili performance sul grande schermo, ma Joaquin Phoenix è anche un convinto attivista. L’attore, in lizza per l’Oscar con Joker, ha trovato anche il tempo di battersi per i diritti degli animali.

A poche ore della cerimonia dei Bafta (British Academy Film Awards) ha deciso di marciare al fianco di Animal Equality, organizzazione internazionale per la protezione degli animali.

Leggi anche: L’app contro lo spreco alimentare: TooGoodTooGo ci spiega come non buttare più cibo

La manifestazione di protesta, che si è svolta lo scorso 2 febbraio a Londra, su Tower Bridge, voleva  attirare l’attenzione sulle gravi conseguenze che gli allevamenti intensivi hanno sugli animali e all’ambiente.

Joaquin Phoenix: “Penso che abbiamo la responsabilità di agire in questo momento”

Un grande cartellone (36 metri) appeso al ponte londinese portava sopra la scritta: “Gli allevamenti intensivi distruggono il nostro pianeta. Scegli vegan“. Accanto allo striscione, oltre a Joaquin Phoenix, tantissimi attivisti per invitare i cittadini a una maggiore consapevolezza nella scelta di ciò che consumano, nel rispetto del Pianeta e degli animali che lo abitano.

“Penso che abbiamo la responsabilità personale di agire in questo momento, e un modo per mitigare i cambiamenti climatici è regolando i nostri consumi e scegliendo un’alimentazione a base vegetale. A volte sento che non si parla abbastanza di tutto questo. Quindi voglio solo incoraggiare le persone a informarsi di più su come mangiare a base vegetale e come fare la differenza per avere un impatto su questa vera e propria emergenza climatica – ha dichiarato l’attore.

Durante la marcia sono state mostrate immagini forti raffiguranti la sofferenza degli animali negli allevamenti intensivi. Ma anche tutte le conseguenze di come questo sistema incida negativamente sull’ambiente e sul clima. Phoenix ha distribuito personalmente ai presenti dei volantini informativi. Oltre a confrontarsi con i passanti, cercando di coinvolgerli e proponendogli un’alimentazione a base vegetale.

“La dedizione di Joaquin per gli animali e per la causa ambientale è straordinaria, capisce quanto sia importante per tutti noi avere serie conversazioni sulla devastazione che gli allevamenti intensivi stanno causando agli animali, al nostro pianeta e alla nostra salute” – ha commentato Matteo Cupi, fondatore di Animal Equality Italia.

Sanremo 2020 economia circolare
Facebook Comments