Yeast Photo Festival, il festival che unisce fotografia, cibo e arti visive

Yeast Photo Festival si terrà in Puglia dal 23 luglio al 18 settembre, in provincia di Lecce, nel borgo salentino di Matino
- - Ultimo aggiornamento
loading

Yeast Photo Festival è il nuovo festival internazionale che unisce fotografia, cibo e arti visive. Nato per ripensare il rapporto tra uomo e ambiente, si terrà in Puglia dal 23 luglio al 18 settembre, in provincia di Lecce, nel borgo salentino di Matino. In programma mostre, dibattiti, concerti e tavole rotonde per una riflessione su nutrimento e identità, tradizione e impatto ambientale, stili di vita e climate change.

LEGGI ANCHE : >> I parchi più popolari d’Europa, la classifica dei più apprezzati

L’inaugurazione di Yeast Photo Festival

Food is Identity: questo è il filo che connette 8 mostre per 14 artisti internazionali in esposizione in 5 spazi inusuali. Il Palazzo Marchesi dei Tufo, la Chiesa della Pietà, l’aranceto Canale Universo, l’ex macelleria “NAU” e il Frantoio Ipogeo di via Carlo Alberto.

L’inaugurazione di Yeast Photo Festival con la conferenza di avvio lavori e l’opening del percorso espositivo è prevista per venerdì 22 luglio alle ore 18.30 al Palazzo Marchesale. Tra i fotografi e fotoreporter ospiti Aleksey Kondratyev, Gabriele Galimberti, Marie Hald, Flavio & Frank, Gabriele Surdo, Jean-Marc Caimi & Valentina Piccinni e Franck Vogel. L’iniziativa proseguirà sabato 23 e domenica 24 luglio con talk, letture portfolio e visite guidate con gli autori.

Le parole della curatrice

“Gli esseri umani sono plasmati dalle tradizioni, dalle preferenze e da ciò che li circonda. Di conseguenza, anche ciò che le persone mangiano è parte integrante della loro individualità e della loro identità – spiega la curatrice Edda Fahrenhorst -. È proprio questo che racconta il primo capitolo del nuovo Yeast Photo Festival e che il sottotitolo, ‘Food is Identity’, rivela.

Alla stessa maniera del cibo, anche la fotografia fa appello ai nostri sensi e scatena le emozioni con la medesima rapidità con cui sfida l’intelletto. La fotografia racconta storie e rivela corrispondenze. Può essere politica e sostenere un’opinione forte, può aprire mondi di emozioni e visualizzare idee così come atteggiamenti, deduzioni o sogni”.

Come nasce il festival

Il festival nasce dall’esperienza di “Yeast Stories”, progetto di visual storytelling che durante il 2021 ha raccontato il buono della Puglia. Come? Puntando l’obiettivo su una selezione di personaggi protagonisti della biodiversità, dell’hospitality e dell’e(t)nogastronomia locali. Il vasto materiale video e fotografico raccolto consistente in 54 ritratti, confluisce nella mostra omonima firmata dai fotografi Flavio & Frank e dal videomaker Gabriele Surdo.

Foto: Gabriele Galimberti