Gabbiani, piccioni, tortore: cosa fare se invadono il balcone in città

Questi uccelli vivono nella grandi città e spesso causano problemi, anche di natura igienico-sanitaria: come comportarsi
-
Gabbiani, piccioni, tortore: cosa fare se invadono il balcone in città

Chi vive nelle grandi città conosce bene il problema: sono tanti gli uccelli che popolano le metropoli, attirati dal cibo, e a volte questa convivenza può risultare scomoda per l’essere umano.

Piccioni, gabbiani e tortore tendono ad avvicinarsi anche molto alle nostre case e se abbiamo un terrazzo o un balcone, la lotta con i loro escrementi è pressochè quotidiana. Nelle grandi città sono gli stessi comuni che si organizzano con dissuasori per allontanare gli uccelli, senza ovviamente danneggiarli nè ferirli in alcun modo. (Cosa diversa se si tratta di rondini o balestrucci, leggi qui cosa fare)

Ma è giusto nutrire gli uccelli che passano sul nostro balcone o si affacciano ai vetri delle nostre finestre?

“Dare del cibo a delle specie selvatiche è sempre sbagliato  – dichiara Francesca Manzia, del Centro di Recupero Fauna Selvatica della Lipu (via Romatoday.it) – ne va infatti a discapito della loro salute e del loro grado di autonomia. Un animale abituato a mangiare in questo modo, infatti, perde gradualmente l’istinto a procacciarselo da solo. E potrebbe anche finire con il trasmettere, ai piccoli, questo comportamento del tutto innaturale”.

LEGGI ANCHE: — RICCI IN GIARDINO, NON DARGLI DA MANGIARE QUESTE COSE

In realtà piccioni e tortore, ma anche gabbiani, non vanno incoraggiati in alcun modo a stare nei pressi di casa nostra, per ragioni principalmente sanitarie. Queste le parole sul tema di Francesca Manzia: “Bisogna fare delle distinzioni. Specie come i piccioni e le tortore vanno dissuasi dal nidificare nei nostri spazi. Anche per ragioni sanitarie (…) tendono a privilegiare la caldaia, ma anche i vasi e tutte le superfici piane, come può essere ad esempio un armadietto esterno. Il consiglio è di evitare di fornire questo genere di facilitazioni sapendo anche che, ad esempio con il piccione, bisogna essere più vigili perché tenderà a trovare uno spazio vicino”.

Per dissuadere amichevolmente gabbiani, piccioni e tortore, potete mettere sul balcone o sui davanzali girandole colorate o vecchi CD, nella speranza che colori e luci li spaventino: altrimenti c’è chi si affida alle spezie, come pepe, peperoncino e cannella, che dovrebbero allontanarli. Un consiglio sempre valido è poi quello di tenere i balconi puliti, senza residui di spazzatura, se ospitano i secchi della differenziata devono essere ben chiusi e possibilmente inseriti a loro volta in contenitori con coperchio. Attenzione anche alle ciotole dei gatti e dei cani.