Tappo di cerume, come rimuoverlo

Ecco come agire in caso di tappo di cerume, e le mosse da evitare per non creare problemi all'orecchio
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il tappo di cerume nelle orecchie può essere molto fastidioso. Si potrebbe quindi essere tentati di rimuoverlo in autonomia, con un cotton fioc o altri strumenti, ma si rischierebbe di fare solo danni. Ecco allora come procedere.

LEGGI ANCHE : >> Gambe gonfie, come combatterle anche senza farmaci

Che cos’è il cerume

Innanzitutto il cerume è una sostanza prodotta dalle ghiandole ceruminose e sebacee, situate nella porzione esterna del canale uditivo. Si tratta, come ricorda Humanitasalute.it, di una secrezione di colore giallo scuro, dall’aspetto ceroso. È molto importante per la salute delle orecchie, poiché le protegge da agenti esterni, da batteri, da funghi o dalla polvere. Quando però la sua secrezione è eccessiva si potrebbe formare il tappo.

I motivi che portano al tappo di cerume

Tra i motivi che possono portare alla creazione di tappo di cerume c’è l’uso scorretto del cotton fioc. Questo, se spinto all’interno dell’orecchio, può danneggiare il naturale meccanismo di auto-igienizzazione dell’orecchio.

Le conseguenze del tappo non sono da sottovalutare. Dall’ipoacusia, cioè la riduzione della capacità uditiva, all’autofonia, ovvero il rimbombo della propria voce in testa. Ma acufene (i classici ronzii alle orecchie), dolore alle orecchie o alle tempie, mancanza di equilibrio e vertigini.

I metodi per sciogliere il tappo

Uno dei metodi più usati per sciogliere il tappo di cerume è il cono di cera, ma in realtà non scioglie un bel niente. Anzi, può anche portare problemi seri se il prodotto cola nel condotto uditivo. Che fare allora? Innanzitutto consultare un otorinolaringoiatra, che capirà qual è la cosa migliore da fare. Egli potrà valutare se usare delle gocce per ammorbidire il cerume e favorirne la fuoriuscita, o introdurre dell’acqua nell’orecchio. O ancora rimuovere il tappo con un particolare strumento, o utilizzare una cannula collegata con un sistema di aspirazione.

Foto: Shutterstock