Hunting Pollution e Mela Mundi: Ostiense è il più grande quadrante di riqualificazione urbana d’Europa

Nasce VentiduePortoFluviale – Mela Mundi, il murale ecosostenibile realizzato a Roma, in via del Porto Fluviale, con una pittura mangia-smog.
- - Ultimo aggiornamento
loading

VentiduePortoFluviale – Mela Mundi è il murale ecosostenibile realizzato a Roma, in via del Porto Fluviale, con una pittura mangia-smog. Un progetto che nasce dalla volontà di unire temi quali l’innovazione nel campo dell’ecosostenibilità e la riqualificazione urbana.

LEGGI ANCHE: Lazio ai Giovani: le iniziative per gli Under35 della Regione Lazio

Un’idea trasformata in realtà grazie al rapporto tra pubblico e privato, sostanziato nel dialogo di Porto Fluviale e Yourban2030 con le istituzioni. La realizzazione è stata affidata allo street artist Zed1, che ha dipinto la storia dell’uomo attraverso gli occhi di una mela. Da qui il nome Mela Mundi, che sorge su una superficie che si estende per 45 m in lunghezza e 6 m in altezza.

Ostiense diventa così il più grande quadrante di riqualificazione urbana d’Europa. In un’area di 2000 mq sono infatti 1200 mq quelli interamente ricoperti dalla pittura airlite. Una pittura in grado di assorbire CO2 nell’aria circostante e svolgere la funzione biologica di un albero. L’ennesima prova dell’impegno profuso per trasformare un quartiere urbano come Ostiense in un polmone verde, in grado di restituire aria in una zona molto trafficata.

Questo è il vero obiettivo anche di Porto Fluviale, da cui nasce l’idea del progetto: raccontare una storia, quella dell’uomo attraverso la mela, con l’auspicio finale di un ricongiungimento dell’uomo stesso con la natura.

Una prospettiva realizzabile solamente attraverso la collaborazione, seguendo le logiche di sviluppo sostenibile e mettendo l’innovazione, in questo caso la pittura airlite, al servizio dell’ambiente e dell’arte.