Per usare WhatsApp servirà la carta d’identità

WhatsApp Pay sta per arrivare in Italia?
-
loading

WhatsApp alza i livelli di sicurezza e per alcune funzioni potrebbe richiedere la carta d’identità. Si parla, in realtà, di WhatsApp Pay, il sistema di pagamenti basato sull’app di messaggistica istantanea, al momento disponibile solo in India e Brasile, dove Facebook ha deciso di lanciarla per testarla e migliorarla. Per garantire un uso più sicuro, insomma, WhatsApp potrebbe abilitare la richiesta di un documento di identità.

LEGGI ANCHE >> CANCELLARE SENZA TRACCE UN MESSAGGIO INVIATO SU WHATSAPP: SI PUO’!

Al momento si dà fede al numero di telefono personale, che connette direttamente l’utente con il conto in banca, permettendogli, quindi, di effettuare pagamenti dall’app.

Ma perché questa novità? Le possibilità possono essere molteplici e tra queste figura anche l’ipotesi che l’opzione Pay potrebbe presto sbarcare anche in Europa e in Italia. I lavori per garantire agli utenti di tutto il mondo una maggiore sicurezza, quindi, sarebbero spiegati. Potrebbe anche essere, invece, che si tratti solo di una novità usufruibile dagli utenti business.

LEGGI ANCHE >> HAI SEMPRE LA BATTERIA SCARICA? PROBABILMENTE PER QUESTO MOTIVO

Esiste anche un’altra possibilità, che riguarderebbe l’evoluzione di WhatsApp Pay in India, dove gli sviluppatori starebbero perfezionando un Wallet, un’applicazione da cui la Banca Centrale di Mumbai richiederebbe la conferma tramite documento d’identità.

LEGGI ANCHE >> Il trucco per ritrovare la macchina parcheggiata con WhatsApp