Scoperta l’impronta digitale del cervello: ecco perché è così importante

Il grande traguardo è stato raggiunto grazie a una tecnica messa a punto in Svizzera
- - Ultimo aggiornamento
loading

I progressi della scienza e della tecnologia hanno permesso di catturare l’impronta del cervello, proprio come succede con quelle digitali. Questa “firma” è stata ottenuta grazie alla tecnica messa a punto in Svizzera.

LEGGI ANCHE >> L’INCREDIBILE EFFETTO SUL CERVELLO DOPO UN’ORA DI TV

La nuova tecnica, pubblicata sulla rivista Science Advances, ha ripercussioni importanti sia per lo studio del cervello, sia per la comprensione di malattie neurodegenerative come l’Alzheimer, o per capire meglio l’autismo e i meccanismi che stanno alla base delle tossicodipendenze.

L’impronta del cervello è stata catturata con le nuove tecniche di analisi delle immagini ottenute con la risonanza magnetica. Come riporta Ansa.it in meno di 2 minuti si può ottenere la firma dell’attività cerebrale, un’identità che sbiadisce nei soggetti colpiti dalle malattie neurodegenerative.

LEGGI ANCHE >> I TESTICOLI E IL CERVELLO SI SOMIGLIANO

Ma che cosa rende unica l’impronta del cervello? I connettomi cerebrali funzionali, timelapse che registrano tutte le attività rilevate dalla macchina e le visualizzano in un singolo fotogramma.

Foto: Shutterstock