Costa poco ed è amico dell’ambiente: usiamo di più il ventilatore

Quando fa molto caldo, non è detto che il condizionatore sia l'unica alternativa: il ventilatore, se usato bene, può dare refrigerio senza impattare tanto sull'ambiente
- - Ultimo aggiornamento
loading

In questa estate caldissima rivalutiamo l’uso del ventilatore: è uno strumento che consuma molto meno del condizionatore ed è ovviamente molto meno costoso, ma che se usato in modo appropriato può darci tregua dal caldo senza gravare ulteriormente sull’ambiente.

LEGGI ANCHE >> ECCO IL LIMITE DI CALDO A CUI PUO’ RESISTERE UN ESSERE UMANO

Il ventilatore va posizionato almeno ad un metro dal muro, in modo che possa prendere aria liberamente: come sappiamo infatti il meccanismo di funzionamento prevede che il ventilatore “sposti” l’aria già presente nella stanza ed è meglio che possa farlo senza intoppi, in modo da evitare il surriscaldamento del motore. Per la stessa ragione, il ventilatore deve avere il filo di alimentazione ben disteso e deve essere in grado di poter ruotare completamente, senza trovare ostacoli. E’ sempre consigliabile infatti scegliere un modello che abbia la possibilità di rotazione, perchè puntato fissamente in una direzione è meno efficace e se si concentra sul corpo di una persona, può anche essere nocivo per la salute. Un’altra delle chiavi di utilizzo del ventilatore è infatti la consapevolezza che non deve raffreddare l’ambiente, ma soltanto dare refrigerio a chi si trova nella stanza in quel momento.

LEGGI ANCHE >> Condizionatori, 7 consigli per ridurre la bolletta elettrica

Esistono vari tipi di ventilatori in commercio: il modello a pale, che va installato sul soffitto, è sicuramente più costoso ma sempre vantaggioso in termini di consumo. Come per il ventilatore a terra, è importante mantenere la stanza nella quale si trova il più possibile fresca perchè funzioni al meglio: le finestre, con infissi in buono stato, devono essere chiuse e oscurate nei momenti di maggior caldo. In ogni caso il ventilatore a pale è consigliato anche a chi possiede un impianto di condizionamento, per potenziarlo e permettere di ottimizzarne l’uso ed è utile anche in inverno, basta invertire la rotazione delle pale in senso orario, in modo che spinga l’aria calda dall’alto verso il basso.

Infine esiste un’alternativa dal prezzo vantaggioso che “potenzia” l’efficacia del ventilatore base: il modello con ghiaccio. Si trova in commercio anche online a prezzi vantaggiosi ed è un ventilatore classico nel quale l’aria, prima di uscire, passa attraverso una scatola (o imbuto) dove vengono posizionate le formelle dei cubetti di ghiaccio: in questo modo l’aria emessa sarà più fredda dell’aria presente nella stanza e la temperatura potrà essere abbassata anche di 4/5 gradi.