Attenzione agli integratori Omega 3: non sono per tutti, i consigli

Spesso consigliati nei regimi alimentari, gli integratori Omega 3 potrebbero essere dannosi per alcune categorie di pazienti. Ecco chi dovrebbe evitarli.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Un recente studio mette in guardia alcune categorie di pazienti dall’assumere integratori nel proprio regime alimentare. Nello specifico, l’attenzione va agli integratori Omega 3, ovvero quelli a base di olio di pesce spesso assunti senza indicazioni mediche. Gli acidi grassi Omega 3, sinora, sono stati apprezzati per i molti benefici, a partire da quelli per il sistema cardiocircolatorio.

Eppure, lo studio fresco di pubblicazione della European Society of Cardiology sottolinea come gli Omega 3 potrebbero proprio aumentare alcuni rischi cardiaci. Per esempio, porterebbero a un maggior rischio di fibrillazione atriale. In particolare, lo studio dimostrerebbe come gli Omega 3 aumentino la probabilità di aritmia nelle persone con alti livelli di trigliceridi.

LEGGI ANCHE: Banditi in Europa gli integratori a base di aloe: ecco perché

Articolo di Paola M. Farina

Foto Shutterstock