Employerland torna a Roma. Quando cercare lavoro diventa un gioco.

Terza tappa per #melomerito di Employerland, una delle più innovative realtà del recruiting che utilizza la gamification per la ricerca di lavoro. Al WeGil la giornata dedicata al commercio e al turismo.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Una giornata dedicata al recruiting e alla selezione, quella che si è svolta lo scorso 13 luglio al WeGil di Roma. L’iniziativa, dal titolo #melomerito, è stata promossa da Employerland, la startup che con il suo modello, sta cambiando con il modo di intendere la ricerca di lavoro.

La terza tappa è stata sul retail, la ristorazione e il turismo. Tante le aziende presenti al WeGil, con marchi dell’alberghiero come le catene Mag, Mood e Smooth Hotels. Presente anche l’Assessore allo Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella. D’altronde, Employerment si presenta come una riuscita operazione di venture capital pubblico, ossia un’impresa che ha un finanziatore di eccellenza, la stessa Regione Lazio.

Sempre più ampia la rete di le imprese che figurano tra i partner di #melomerito: Calzedonia, Unilever, Ferrovie, Decathlon, EY, Roche, Bosch, Accenture, Salini-Impregilo.

A spiegarci come funziona il gioco è stato direttamente Gabriele Lizzani, Ceo di Employerland.

“Far incontrare le esigenze delle imprese con le aspirazioni e le competenze dei candidati, non è cosa facile. Non sempre un curriculum dice tutto, lo stesso mercato del lavoro richiede sempre più “soft skills” difficilmente attestabili”.

“E’ qui che interviene Employerland – afferma Gabriele Lizzani – con un’app per smartphone, cioè con lo strumento più vicino a un giovane, e la possibilità di mettersi in evidenza”.

L’app consente, attraverso contest tra i vari iscritti, di cercare lavoro. Come? Partecipando a competition indette dalle imprese partner, rispondendo alle domande e superando i test, fino a ottenere lo skill pass, ossia la possibilità di ottenere un colloquio con i responsabili HR”.

“Si tratta di domande di conoscenza, di logica, attraverso le quali è possibile non solo superare le diverse sfide proposte dalle imprese, mettendosi in evidenza, ma anche fornire loro un quadro più completo della propria personalità, delle competenze possedute, del proprio approccio al lavoro”.

L’app sembra funzionare, ha ottenuto finora oltre 75.000 download. Il progetto ha un percorso ancora lungo, le sfide per aggiudicarsi lo Skill-pass termineranno il prossimo 6 Novembre alle ore 12:00.

 

garanzia giovani lazio
Facebook Comments