Premio Marzotto, 32 finalisti e tante grandi idee in attesa della finale di Roma

La Lombardia porta in finale ben 12 startup, mentre il settore più gettonato è l'healt care: idee di tutto rispetto anche nel settore social ed educational, come quella delle vicentine Social Innovation Mekello
- - Ultimo aggiornamento
loading

La finale si svolgerà il 22 novembre a Roma, ma intanto abbiamo le 32 finaliste del Network Incubatori e Parchi Scientifici e Tecnologici  del Premio Marzotto, il riconoscimento più importante (e ricco) quando si parla di realtà innovative in Italia.

Quest’anno il premio ha registrato il 20% di application in più rispetto alle edizioni precedenti, con 616 progetti a contendersi il milione di euro del montepremi finale: premiate in particolare le imprese lombarde, ben 12, mentre il settore più gettonato è quello dell’healt care. Si abbassa ancora di più l’età media dei partecipanti: 36 anni, contro i 38 del Company Prize.

Si spazia dalle etichette intelligenti alle connected car, dagli orologi ibridi all’intelligenza artificiale per combattere cyberbullismo, sexting, hate-speech, autolesionismo: le idee sono tante e brillanti, soprattutto nel campo del sociale e dell’educazione.

Mekello Vicenza: 20mila euro per una star up tutta al femminile

Social Innovation Mekello è un punto d’incontro per gli appassionati del fai da te: persone con una stessa passione si trovano per scambiarsi conoscenze, esperienze e socializzare. Un’idea apparentemente semplice ma che oggi, nell’era del social network come stile di vita virtuale, ha del rivoluzionario, anche perchè sposa la dimensione ludica a quella lavorativa.

Mekello ha già organizzato più di 30 workshop, creando una vera e propria community  del “fai da te e dell’autoproduzione”, utile anche come sharing economy delle attività artigianali che rischiano di scomparire, essere dimenticate ed isolare chi le pratica.

Ci sono tre ragazze, Benedetta Nicodemo, assieme a Francesca Franzon e Annabella Sperotto, dietro all’esperienza di Mekello: per loro il Galileo Visionary District ha messo a disposizione 20mila euro in un Cube Kit che comprende formazione, mentoring e tutoring, eventi di networking ed altri strumenti utili ad una startup che sta iniziando ad imporsi nel suo settore.

premio marzotto 2018