A scoppio ritardato, arriva il Bidet negli Stati Uniti. Ora però tutti lo vogliono

Foto
Esportare il bidet negli Stati Uniti è un sogno per tanti italiani. Noi abitanti del Bel Paese siamo così abituati ad usarlo da essere contrariati quando, all'estero, non lo troviamo. Il momento di farlo sbarcare negli USA, però, sembra finalmente arrivato.
- - Ultimo aggiornamento
A scoppio ritardato, arriva il Bidet negli Stati Uniti. Ora però tutti lo vogliono

Esportare il bidet negli Stati Uniti è un sogno per tanti italiani. Noi abitanti del Bel Paese siamo così abituati ad usarlo da essere contrariati quando, all’estero, non lo troviamo. Il momento di farlo sbarcare negli USA, però, sembra finalmente arrivato.

Ricavare elettricità dalle lacrime e dalla saliva? È possibile grazie a una proteina

Per più di trecento anni, questo importante accessorio da bagno è stato un totale sconosciuto nelle toilette americane. Inventato in Francia nel 1710, è attualmente d’uso comune in buona parte dei paesi mediterranei. Italia in testa, ovviamente.

Per qualche strana ragione, gli statunitensi non sono invece mai sembrati troppo attratti da questo strumento, a scapito della loro fama di “clean freaks”, ossia maniaci dell’igiene.

Nessuno sembra conoscere il vero motivo del perché gli americani hanno snobbato il bidet per così a lungo. C’è chi dà la colpa alle radici puritane degli States, ma le vere ragioni starebbero invece nelle esigue dimensioni delle toilette standard che si trovano nelle abitazioni degli americani, nelle quali spesso è presente il solo water. Installare il bidet significherebbe dover raddoppiare lo spazio a disposizione.

Boom delle vendite dei bidet negli Stati Uniti: tutti lo vogliono

Oggigiorno, tuttavia, il bidet sembra aver finalmente trovato il modo di convincere gli americani, che hanno cominciato ad invitarlo ad invadere la privacy dei loro bagni.

Il trend è cominciato alla fine del 2010 e si è basato soprattutto sui design accattivanti dei sanitari in vendita negli USA. L’implementazione della tecnologia si è poi basata sul gusto tutto statunitense per l’innovazione: bidet dotati di touchscreen, con deodorante incluso e seduta riscaldata. Non mancano modelli dotati di radio e lettori audio, talvolta accompagnati da gioiosi giochi di luce.

Negli anni ’10 del 2000 le vendite sono aumentate del 10% annuo, con picchi del 30%. Piace agli anziani ed è di moda anche tra i millennials.

Ma i vantaggi sono essenzialmente pratici. La pulizia che garantisce l’uso costante del bidet può prevenire l’insorgere di alcune malattie o infezioni. Infine, il suo utilizzo regolare riduce i consumi di carta igienica, con un importante risparmio sia in termini economici che di impatto ambientale.

waggit collare smart
Guarda la photogallery
Il Bidet arriva negli USA
Il bidet di Maria alla Reggia di Caserta, il primo in uso in Italia
Un bidet
Bidet di design, in legno
+1