Animali della Bibbia, inaugurato a Roma l’itinerario culturale

L'ambasciata d'Israele e la fondazione Bioparco hanno inaugurato a Roma l'itinerario culturale 'Animali della Bibbia'.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Inaugurato l’itinerario culturale “Animali della Bibbia”. “Le acque brulichino di esseri viventi e uccelli volino sopra la terra”, disse Dio, nella genesi del mondo. “La terra produca esseri viventi secondo la loro specie: bestiame, rettili e bestie selvatiche”. Animali e Sacre Scritture: un rapporto simbiotico, specchio della centralità che l’essere vivente riveste in ogni fede.

LEGGI ANCHE : >> Giornata mondiale del cane in ufficio: sempre più uffici pet friendly

Che cos’è Animali della Bibbia

Alle specie animali menzionate nella Bibbia è dedicato l’itinerario “Animali della Bibbia. Un percorso per scoprirli al Bioparco di Roma” inaugurato presso il Giardino Zoologico della Capitale. A promuoverlo è l’Ambasciata d’Israele in Italia e la Fondazione Bioparco di Roma.

Hanno preso parte alla cerimonia l’Ambasciatore d’Israele in Italia, Dror Eydar, il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Francesco Petretti. E ancora l’Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma, Alessandro Onorato e la Presidente della Comunità Ebraica di Roma, Ruth Dureghello.

Il percorso

Il percorso, che attraversa i 17 ettari del Parco, è costituito da punti di sosta con pannelli descrittivi dedicati a undici, selezionate specie animali citate nei testi sacri. Mandrilli, struzzi, leopardi, ippopotami, leoni asiatici, elefanti, asini selvatici. Orsi bruni, anfibi, leoni, lupi, cicogne bianche e pellicani bianchi.

Nello specifico, ciascun pannello riporta un’illustrazione dell’animale, una citazione tratta dalla Bibbia ebraica curata da Rav Riccardo Disegni alcuni anni fa. Ma anche un testo esplicativo e un QR code. Questo a cura dell’Ambasciata per conoscere la storia della specie in Israele, le caratteristiche del Paese che ne hanno favorito la diffusione e le iniziative israeliane per promuoverne il reinsediamento nella regione e/o tutelarne la sopravvivenza.

Il rapporto tra animali e uomo dalla Bibbia a oggi

La Bibbia ha affidato a noi esseri umani la responsabilità per il mondo già agli albori dell’umanità. La tradizione ebraica, più di 2000 anni fa, ha ulteriormente esteso la centralità del nostro ruolo nella conservazione dell’ambiente”, ha dichiarato l’Ambasciatore d’Israele.

Aver cura del mondo, dell’ambiente, è un valore profondo con delle solide basi nella Bibbia. Auguro a questo luogo di prosperare e fiorire e di ospitare moltissime persone. Questi versetti biblici che abbiamo ricollegato agli animali possano essere per i visitatori una finestra per far loro conoscere la più grande opera mai scritta”.

Parlare degli animali nella Bibbia, significa affrontare il tema del rapporto fra gli uomini e la natura sin dai primi tempi – sottolinea il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, il biologo Francesco Petretti -. Rapporto che ha visto l’uomo interagire con gli animali e le piante in tantissime situazioni, basti pensare al diluvio universale e all’Arca di Noè, popolata da ogni specie di viventi. Mi è ancora più gradito parlarne, insieme a Sua Eccellenza l’Ambasciatore, per l’impegno che Israele da sempre dedica alla conservazione della Biodiversità, in una terra – conclude Petretti – che per collocazione geografica è il punto di incontro di mondi diversi anche dal punto di vista biologico, e di cui il Bioparco di Roma custodisce una rappresentanza preziosa”.

Foto: Ufficio Stampa Bioparco di Roma