Arriva Green League, l’app per salvare l’ambiente giocando

Il progetto è stato realizzato dal Consorzio Nazionale degli Oli Usati (Conou) con la consulenza scientifica di Legambiente. Ecco cosa c'è da sapere
-
Arriva Green League, l’app per salvare l’ambiente giocando

Si chiama Green League ed è una nuova app che punta a salvare l’ambiente, questa volta in modo meno convenzionale: giocando. Il progetto è stato realizzato dal Consorzio Nazionale degli Oli Usati (Conou) con la consulenza scientifica di Legambiente.

“Green League è un’app elaborata con un duplice obiettivo: da un lato vuole sensibilizzare un vasto pubblico che va dagli studenti delle scuole elementari ai teenager, dai millennials ai giovani adulti amanti del gaming. Dall’altro vuole incoraggiare l’adozione di comportamenti virtuosi per favorire la tutela ambientale: per questo si serve della doppia anima del progetto Green League che unisce contenuti formativi alla presenza ludica” – ha dichiarato Paolo Tomasi, presidente del Conou.

Leggi anche: Mascherine ecologiche per la Fase 2: l’appello di UniVerde e Marevivo al governo

L’app si può scaricare gratuitamente su smartphone da Google Play e Apple Store e propone 3 giochi in stile arcade: Snuck, Garble e Oil Buster Reloaded. L’idea è quella di offrire divertimento e strumenti per sensibilizzare gli utenti sull’economia circolare.

Green League: tutto quello che dovete sapere sui 3 giochi

Prima di ogni partita Green League prevede nozioni su sostenibilità ambientale, risparmio energetico, gestione differenziata. Ma anche informazioni sull’attività del Conou e sull’economia circolare. Mentre a gioco concluso gli utenti dovranno rispondere ad alcune domande su quanto appreso in precedenza. Così potranno accumulare punti e arrivare in vetta alla classifica mondiale.

Oil Buster Reloaded prevede 14 livelli e con focus sulla qualità della raccolta dell’olio usato. Joil, la storica mascotte del Conou, deve liberare le gocce d’olio usato colpendo gruppi di sfere. Poi deve raccoglierlo senza includere gocce d’acqua o di altre sostanze inquinanti. Così preserverà la qualità del rifiuto raccolto.

Snuck è la versione green di Snake, il famoso serpentello degli anni ’90. Il gamer, a bordo di un mezzo di raccolta del Conou, deve raccogliere più barili di olio usato possibili contribuendo così all’economia circolare della Filiera.

Infine Garble, sullo stile di tetris. Lo scopo è recuperare materiali di uso quotidiano secondo i principi di un’economia circolare evoluta. Bisogna abbinare tre o più icone dello stesso oggetto riciclabile (olio usato, carta, plastica, alluminio, rifiuti organici e batterie) per innescare serie di combo. Attenzione, però, ai rifiuti speciali: vi faranno ottenere punti aggiuntivi e incrementare il tempo di gioco a disposizione.

barriere acchiappa plastica