Nasce il manager di ecosostenibilità: previste 100 figure professionali entro l’anno

Federmanager, nota associazione nel mondo del management, ha avviato diversi percorsi specifici di certificazione delle competenze. Tutti i dettagli
-

Tra le nuove professioni legate all’Ambiente nasce il manager di ecosostenibilità. Parliamo di figure capaci di incidere all’interno della propria organizzazione in termini di innovazione sostenibile.

A capo del progetto, che ha avviato un percorso specifico di certificazione delle competenze, c’è Federmanager, nota associazione nel mondo del management, per il quale si occupa degli aspetti contrattuali, istituzionali, sociali, professionali e culturali.

Leggi anche: Piano Sud 2030 per energia e ambiente: ecco cosa prevede

Entro la fine dell’anno saranno 100 le figure certificate come manager di ecosostenibilità, attraverso il percorso di certificazione delle competenze manageriali “BeManager“.

Manager di ecosostenibilità: perché è importante stabilire una leadership nell’economia circolare

Federmanager ha parlato del progetto nel reportTransizione e sviluppo. Può l’economia circolare contribuire al rilancio del sistema Italia?“, che ha realizzato insieme all’Associazione italiana economisti dell’energia (Aiee).

Le nuove figure professionali saranno “valutate idonee a riconvertire i processi di produzione industriale e a realizzare in concreto gli obiettivi di economia circolare”. Dall’indagine si evince, infatti, come “una parte delle risorse messe a disposizione dal Green new deal europeo deve essere destinata alla ricerca e sviluppo”.

“Il settore dell’economia circolare è tutto da costruire, ed è fondamentale per l’Italia saper guadagnare posizioni di leadership grazie a un mix di investimenti e stimoli fiscali guidati da una visione strategica di lungo termine che non può fare a meno di un’intensa attività di ricerca e di competenze appropriate” – ha evidenziato Mario Cardoni, direttore generale Federmanager.

“Per agganciare la sfida ambientale serve più industria, non meno industria. È molto importante quale politica industriale si sceglie e come verranno allocate le risorse disponibili. Invitiamo pertanto il Governo ad attivare una leva fiscale premiante per chi investe nella sostenibilità” – ha chiesto Stefano Cuzzilla, presidente di Federmanager.

acqua ambiente energia
Facebook Comments