Mercedes accelera su elettrico, su alcuni mercati target 100% ZEV entro 2030

Dopo la separazione (attesa entro fine anno) della divisione Truck, Mercedes-Benz si prepara a un futuro 100% elettrico sui mercati che lo consentiranno entro il […]
- - Ultimo aggiornamento
Mercedes accelera su elettrico, su alcuni mercati target 100% ZEV entro 2030

Dopo la separazione (attesa entro fine anno) della divisione Truck, Mercedes-Benz si prepara a un futuro 100% elettrico sui mercati che lo consentiranno entro il 2030, grazie anche al lancio di nuove architetture pensate esclusivamente per modelli a zero emissioni. La nuova accelerazione verso l’elettrico del gruppo di Stoccarda è stata confermata in una conferenza stampa in cui è stato annunciato come già dal prossimo anno la disponibilità di modelli con batterie (ibridi, plug-in e zero emissioni) in tutti i segmenti in cui opera mentre dal 2025 i clienti avranno a disposizione per ogni modello una versione 100% elettrica, grazie anche a tre nuove piattaforme progettate per i modelli ZEV.  

Sul fronte finanziario, Mercedes spiega come questa accelerazione sull’elettrificazione comporterà modifiche nell’allocazione del capitale: ciò nonostante la casa tedesca – anche in questo scenario – si impegna a raggiungere i suoi obiettivi di profitto. A sostenere gli utili, l’aumento dei margini grazie a un focus sui modelli più lussuosi mentre gli investimenti sui motori endotermici e sui modelli plug-in saranno tagliati dell’80% entro il 2026. 

In totale, gli investimenti sulle vetture elettriche tra il 2022 e il 2030 ammonteranno a oltre 40 miliardi di euro. Ma la strategia prevede anche l’installazione di una capacità di oltre 200 Gigawattora, il che richiederà la creazione di otto Gigafactory (in aggiunta ai nove impianti già previsti) con nuove partnership per lo sviluppo e la produzione di celle per batterie in tutta Europa. Da venditore di automobili Mercedes-Benz sarà poi sempre più coinvolta nella fornitura di servizi, semplificando i processi di ricarica: il servizio Mercedes me Charge punta così ad avere più di 530.000 punti di ricarica in corrente continua e alternata a livello mondiale. 

Il processo di espansione include anche l’acquisizione di Yasa, produttore britannico di motori elettrici, anche se un ruolo centrale lo avrà l’eco-sistema produttivo cinese, che offre centinaia di aziende fornitrici di componenti e software per le auto elettriche. Sul fronte occupazionale, Mercedes conferma la “trasformazione della forza lavoro” grazie anche a vasti programmi di formazione sulle nuove tecnologie: prevista anche l’assunzione di 3 mila programmatori a livello mondiale. 

“Il cambiamento verso i veicoli elettrici sta accelerando, specialmente nel segmento di lusso, a cui appartiene Mercedes-Benz. Il punto di svolta si sta avvicinando e saremo pronti quando i mercati passeranno al solo elettrico entro la fine di questo decennio”, ha affermato Ola Källenius, CEO di Daimler AG e Mercedes-Benz AG, spiegando come il compito adesso “è convincere i clienti a effettuare questo passaggio con prodotti convincenti” come l’ammiraglia EQS appena presentata che “è solo l’inizio di questa nuova era”.