Meloni e Fdi davanti Palazzo Chigi: “Per dar voce agli innocenti” 

Manifestazione di fronte a palazzo Chigi di Giorgia Meloni e dei parlamentari di Fratelli d’Italia per dar voce “alle categorie che vorrebbero essere aiutate”. “Il […]
- - Ultimo aggiornamento

Manifestazione di fronte a palazzo Chigi di Giorgia Meloni e dei parlamentari di Fratelli d’Italia per dar voce “alle categorie che vorrebbero essere aiutate”. “Il silenzio degli innocenti” recita il cartello che dà il titolo al sit in “per dar voce agli innocenti”, vale a dire le categorie rappresentate da ogni parlamentare, ciascuno con un cartello: artigiani, tassisti, gestori di pizzerie, balneari, geometri, ambulanti, fioristi-vivaisti per citarne alcune. 

“Migliaia di italiani -spiega Meloni- nelle ultime ore ci hanno chiesto di scendere in piazza, di avere la possibilità di raccontare il proprio dissenso, le loro paure. Ci rendiamo conto che portare il popolo in piazza in queste ore, in questi giorni, rischiando di mettere a repentaglio la salute di coloro che avrebbero partecipato, rischiando di vanificare gli sforzi che abbiamo fatto fin qui come italiani, sarebbe stato non adeguato per questa stagione e per questo momento”.  

“Però la nostra responsabilità è dar voce a quello che la gente pensa: allora siamo davanti a palazzo Chigi, alla sede della presidenza del Consiglio, con i parlamentari di Fratelli d’Italia e i consiglieri regionali del Lazio, ognuno di loro rappresenta simbolicamente una delle categorie che oggi soffrono, che oggi hanno paura, che oggi rischiano di non avere un futuro, che vogliono risposte dalla politica, risposte che siano più chiare, non decine di conferenze stampa per non dire nulla”. 

Salvini: “Problemi non si risolvono manifestando 15 minuti in piazza” 

“Questi parlamentari -spiega ancora Meloni- sono in silenzio, per noi è il silenzio degli innocenti, quelle centinaia di migliaia di persone innocenti che fino a ieri vivevano del loro lavoro, che da un giorno all’altro hanno avuto le loro aziende chiuse per decreto e oggi rischiano di non avere niente che non sia la paura di quello che accadrà domani. Noi vogliamo dare voce a questi innocenti”.  

Facebook Comments