Crisi sanitaria, nasce Medicoora: consulti medici disponibili h24

Poter consultare un medico in qualunque momento della giornata: nasce Medicoora, un servizio digitale in ambito sanitario
- - Ultimo aggiornamento
loading

Avere un medico a portata di clic; in questo momento è il desiderio di molti forse di tutti quanti noi. Il difficile momento che stiamo vivendo legato alla diffusione del Coronavirus, ha amplificato le nostre fragilità e i nostri dubbi ma da questa crisi è nato Medicoora un servizio nell’ambito sanitario che mette a disposizione consulti medici e non solo h24.

Crisi sanitaria, nasce Medicoora: consulti medici sempre disponibili

Leggi anche:>> ORO E INDIO RISOLVONO LA TOSSICITÀ DEI TRANSISTOR A PUNTI QUANTICI

Sempre più spesso cerchiamo, erroneamente, in rete le risposte alle domande che riguardano la nostra salute. E se bastasse chiamare un numero, utilizzare una app, o registrarsi su un sito specializzato per porre fine alle nostre ansie e alla disinformazione?

Da tutte queste considerazioni e dalla oggettiva difficoltà che il sistema sanitario nazionale sta vivendo nasce Medicoora, un servizio in ambito sanitario e di benessere, realizzato per erogare consulti medici in qualunque momento la persona ne abbia necessità grazie alla pronta disponibilità h24, 7 giorni su 7 di medici di medicina generale, pediatri e cardiologi.

Non solo consulti medici: ecco gli altri servizi

Non solo comprende anche servizi come la visita su appuntamento di medici specialistici sia in videoconsulto che a domicilio, la consegna dei farmaci oppure la prenotazione di visite presso strutture private o del SSN.

A realizzare questa straordinaria piattaforma un team di giovani Under 30. Medicoora permette di avere sempre disponibile per un confronto rapido, una figura professionale competente che può dare un’opinione autorevole su quale sia il percorso più corretto da seguire e quanto siano urgenti visite e esami.

Da dove nasce l’idea: intervista a Michele Giordani

La chiave è aiutare le persone ad andare dal proprio medico solo quando è necessario ed utile, per non ingolfare inutilmente il servizio pubblico e rendere tutto più efficiente ed efficace. Per fare questo serve qualcuno che abbia le competenze mediche di un professionista ma sia sempre disponibile per un confronto rapido. Da questo triage telefonico il medico consiglierà quale percorso intraprendere, e guiderà il paziente.

“Medicoora nasce con l’idea di rivolgersi a tutto il pubblico possibile, sia che si tratti di persone che hanno familiarità con il mondo digitale am anche per chi non è così avvezzo ed è più portato ad utilizzare il telefono. – Spiega Michele Giordani CEO del servizio – La logica è quella di riuscire ad avere un soggetto solo con cui interfacciarsi del possibile dubbio che possiamo avere è un servizio in integrazione con il medico di base e le strutture sanitarie nazionali, che a volte a seconda della regione possono avere problematiche e tempistiche lunghe legati anche al difficile momento che stiamo vivendo.”

Un servizio a 360° che permette di non lasciare indietro nessuno e non far sentire le persone abbandonate a se stesse. Specie in questo periodo in cui i medici di base sono oberati di lavoro e spesso riuscire a parlarci può essere difficile, in cui il nostro Sistema Nazionale Sanitario è messo sotto stress.

“La prima cosa che ci siamo messi in testa – prosegue Giordani nella nostra intervista – è stata quella di dare più immediatezza all’accesso ad esperti in ambito medico. Dare la tranquillità in tutti i casi di poter fare una domanda e poter avere una risposta professionale ci sembrava utile.”

Siamo veramente pronti a contattare un medico a distanza e a confrontarci con lui?

Ma siamo veramente pronti a confrontarci con un medico in modo telematico, a distanza? Secondo Michele Giordani  questa pandemia ci ha fatto scoprire le potenzialità del telelavoro.

“In un Paese che garantisce l’assistenza sanitaria a tutti i cittadini finanziata dallo Stato, le persone non hanno mai avuto la necessità di avere un servizio che si affiancasse al primo per provvedere alla cura della propria salute. – spiega il CEO – Queste considerazioni che sono oggi chiare nella mente delle persone hanno avuto un aspetto positivo: il recupero dell’idea che la telemedicina e i teleconsulti possono garantire un primo supporto nella gestione delle piccole emergenze quotidiane e dei dubbi sulla salute risolvibili senza il pericolo di recarsi in ospedale o dal proprio medico. Quindi penso che abbiamo accettato l’idea della telemedicina e siamo pronti a farne uso.”

Un servizio che siamo certi potrà essere d’aiuto a molte persone in questo momento ma anche in futuro. Per accedervi bisogna sottoscrivere uno dei vari abbonamenti proposti. Ma per capire se è il servizio che fa per voi, potete provarlo gratuitamente per due settimane. Maggiori dettagli e informazioni sul sito www.medicoora.it

Crediti foto@Ufficio Stampa HF4

Facebook Comments