Sweetguest: la startup italiana che ti aiuta a gestire gli affitti su Airbnb

Vuoi affittare un appartamento ma hai paura di non riuscire a occuparti di tutto? C'è qualcuno che può farlo al posto tuo, seguendo con attenzione tutte le fasi di gestione. Si chiama Sweetguest, ecco come funziona
- - Ultimo aggiornamento
Sweetguest: la startup italiana che ti aiuta a gestire gli affitti su Airbnb

Sweetguest è una nuova startup che nasce a Milano nel 2016 per sostenere i locatori che intono affittare i propri appartamenti su Airbnb, ma che non riescono, o non possono, gestire il tutto.

Come sappiamo gli affitti brevi sono una grande occasione di guadagno, ma non tutti gli affittuari riescono a ottenere buoni risultai: c’è chi non ha il tempo di occuparsi della gestione e chi, invece, non ne è proprio in grado. Sì, perché controllare tutte le fasi di gestione non è facile come può sembrare.

È necessario innanzitutto conoscere molto bene le piattaforme su cui si pubblicano gli annunci. Si dovrà poi provvedere alla gestione delle prenotazioni, a quella ‘materiale’ della casa e, soprattutto, soddisfare le esigenze degli ospiti. Ecco allora qual è l’obiettivo di Sweetguest: occuparsi di tutte queste cose al posto dei proprietari delle case. Come?

Sweetguest: ecco come funziona la piattaforma

Sweetguest offre un servizio di gestione degli affitti brevi che copre tutti gli aspetti: da quelli digitali e burocratici fino a quelli concretamente operativi così da garantire ai locatori guadagni maggiori, pagamenti sicuri e più flessibilità.

La startup si occupa davvero di tutto: dall’accoglienza degli ospiti alla gestione delle pratiche burocratiche, dalle pulizie alla manutenzione della casa. Non solo. Sweetguest offre una prima valutazione gratuita dell’appartamento, con un sopralluogo per capire il valore dell’immobile. Poi, dopo una consulenza per stabilire i dettagli operativi e burocratici del servizio, si impegna a sistemare la casa, preparandola per uno shooting fotografico.

A che prezzo? La piattaforma chiede al locatore una commissione sugli affitti finalizzati: il 20% sulle notti vendute se si acquista il pacchetto completo, mentre il 10% se si acquista quello “online”.

In due anni di attività Sweetguest ha già due sedi, una a Milano e una a Firenze con oltre 500 immobili in gestione e 44mila ospiti tra Roma, Torino, Venezia, Liguria, Milano, Firenze, Salento.

Donne che viaggiano da sole
Facebook Comments