Viaggio virtuale a Malaga sulle orme di Picasso, l’esperienza Miravilius

Con Miravilius sulle orme di Pablo Picasso senza muoversi da casa: come funziona l'esperienza digitale.
-
Viaggio virtuale a Malaga sulle orme di Picasso, l’esperienza Miravilius

Avete in programma un viaggio culturale sulle orme di Pablo Picasso e non volete arrivare totalmente impreparati? Oppure ancora non ve la sentite di affrontare viaggi fuori dall’Italia ma siete appassionati d’arte e volete saperne di più sul celeberrimo artista? Niente paura, in entrambi i casi Miravilius vi viene incontro.

LEGGI ANCHE : >> Turismo, flessibilità parola d’ordine per l’estate 2022

Che cos’è Miravilius

Si tratta della piattaforma streaming che, nata nel 2020 per cercare di limitare i danni causati dalla pandemia, si avvale di professionisti del settore che organizzano vere e proprie visite guidate virtuali.

In questo caso vogliamo parlarvi della visita che è possibile realizzare a Malaga, città natale di Picasso. Attraverso le possibilità offerte dalla digitalizzazione non è più necessario trovarsi fisicamente in un posto per concedersi un viaggio. Certo nessuno vuole rinunciare alla bellezza di respirare l’aria delle città mete dei nostri viaggi. Quando però ciò non è possibile ecco che Miravilius offre una valida alternativa. Un nuovo modo di raccontare il turismo, coniugando tecnologia e passione.

Lo fa attraverso degli eventi in diretta tenuti da guide turistiche locali, che accompagnano gli spettatori tra le bellezze locali.

Grazie all’aiuto di esperti sul posto, i turisti virtuali possono fare un tour della città che permette di vivere un’esperienza dal vivo e garantisce un’interazione immediata, poiché proprio come se si fosse in presenza, la guida può rispondere a qualsiasi dubbio o domanda.

Il viaggio sulle orme di Picasso

Nel viaggio a Malaga sulle orme di Picasso gli utenti vengono catapultati in Plaza de la Merced, dove si trova la casa natale dell’artista. Non solo: c’è anche la visita al Museo Picasso per ammirare le sue opere. Il tutto condito da racconti e aneddoti snocciolati passo dopo passo dalle guide. Sapevate, ad esempio, che la prima parola pronunciata dal pittore pare sia stata “piz”, abbreviazione di “lapiz”, ovvero matita? Un futuro già scritto per lui, insomma.

La vita di Picasso non si consumò solo a Malaga. Anzi, da adolescente visse a Barcellona e in seguito fece tappa a Parigi. Anche in questo caso, senza la necessità di prendere voli aerei o rifare i bagagli, con Miravilius ci si trasferisce da una città all’altra in men che non si dica. L’evento infatti si arricchisce del contributo di altre guide in collegamento dalle suddette città per offrire agli spettatori un’esperienza il più completa possibile.

Foto: Shutterstock