M’illumino di meno: si spegne la luce, ma si piantano 500mila alberi

Non solo luci spente: il 6 marzo piantiamo un albero, perchè un albero fa luce. All'appello di Caterpillar rispondono compatti cittadini e istituzioni
-
M’illumino di meno: si spegne la luce, ma si piantano 500mila alberi

Il 6 marzo giunge alla sua sedicesima edizione M’illumino di meno, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili promossa dal programma radiofonico Caterpillar, in onda sulle frequenze di Radio Rai.

Quest’anno però non si parla solo di spegnere -simbolicamente ma anche fisicamente- le luci per ricordarci di non sprecare le risorse e di inquinare il meno possibile, ma anche di incrementare gli alberi, piantandone di nuovi, in modo da accendere la luce della speranza, quella della lotta al cambiamento climatico.

M’illumino di meno, verranno piantati 500.000 alberi

Gli alberi, come sappiamo, si nutrono di anidride carbonica ed abbattono il tasso di gas serra: sono la risposta più concreta per ridurre l’aumento delle temperature e prevenire l’erosione del suolo.

Come ogni anno, Radio2 e Caterpillar, sempre attenti alle tematiche ambientali, hanno lanciato un appello e la risposta è stata ampia e fattiva: dalla Presidenza della Repubblica al Parlamento Europeo, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero dell’Ambiente passando per FAI e il Consiglio Nazionale delle Ricerche, oltre che per le numerose ambasciate straniere in Italia, sono tantissime le istituzioni pubbliche e private che hanno confermato la loro adesione.

Si spengono da sempre e come sempre le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona – i palazzi simbolo d’Italia – Quirinale, Senato e Camera ma quest’anno, sono centinaia i Comuni e le aziende che hanno deciso anche di piantare alberi, per contribuire al più grande progetto di Forestazione Urbana. Anche scuole e università hanno risposto compatte al richiamo del Ministro dell’Istruzione e non mancherà l’apporto della Rai, che pianterà alberi in tutti e 30 i siti aziendali sparsi lungo la penisola.

I nuovi alberi creeranno una sorta di immaginario filare che unirà simbolicamente i comuni di Pino Torinese e Alberobello: il simbolo di un Italia che vuole credere nella rinascita e che mette il suo ineguagliabile patrimonio naturalistico al servizio dell’ambiente globale.

Il 6 marzo, dunque, spegniamo le luci e piantiamo un albero. Un albero fa luce.

 

Facebook Comments