L’ombrellone sharing è realtà: grazie ad una app si condivide il posto in spiaggia

Foto
Non si rischia più di restare senza posto in spiaggia con questa innovativa app, basata sulla condivisione
- - Ultimo aggiornamento
L’ombrellone sharing è realtà: grazie ad una app si condivide il posto in spiaggia

Le vacanze estive 2018 saranno all’insegna dello sharing, anche dell’ombrellone dello stabilimento: grazie ad una nuova app si potrà infatti condividere le spese e l’utilizzo di ombrellone, sdraio e lettino presi in affitto per le ferie.

Si chiama Playaya ed è una app di cui si sta parlando molto in queste ore: il suo funzionamento è semplice e parte dal presupposto che qualunque bene o servizio può essere condiviso.

Chi ha sottoscritto un abbonamento nello stabilimento di fiducia (che deve aderire, ma hanno aderito già in parecchi) può decidere di mettere a disposizione di un altra persona il suo posto negli orari o nei giorni in cui non lo sfrutta. La sua offerta viene condivisa con chi arriva in spiaggia e cerca un posto: lo troverà a prezzo ovviamente scontato.

La relazione è quindi win-win: per chi non “spreca” il suo abbonamento e riceve la quota di chi lo usa al posto suo, per lo stabilimento che non rischia di rimanere con i posti vuoti o di dover mandar via i clienti, per il bagnante “della domenica” che trova posta a prezzo scontato.

Per ora hanno aderito alcuni stabilimenti liguri a Lerici, Bordighera, Spotorno, Borgio Verezzi, Pietra Ligure, Loano, Ceriale, Alassio e Diano Marina, ma la app si sta estendendo anche in Maremma.

alatin academy
Guarda la photogallery
Ombrellone sharing
Vacanze estive all'insegna dello sharing
Una app permette di condividere l'ombrellone