Colpo di calore: le razze canine che rischiano di più

Il caldo non mette a dura prova solo noi umani, ma anche i nostri amici a 4 zampe. Ecco le razze canine maggiormente a rischio colpo di calore
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il caldo di queste ultime settimane non sta mettendo in crisi solo noi esseri umani e la vegetazione. Anche i nostri amici a 4 zampe sono molto sofferenti quando si parla di alte temperature. I cani, in particolare, corrono il rischio di un colpo di calore, soprattutto se appartengono ad alcune razze.

LEGGI ANCHE : >> Le api hanno sete e perdono peso ogni giorno

Che cos’è il colpo di calore

Il colpo di calore è una particolare condizione che si verifica quando l’animale non riesce più a far fronte all’aumento della sua temperatura corporea. In genere i cani riescono ad abbassarla naturalmente ansimando e non sudando come facciamo noi. Ma in caso di prolungata esposizione al sole o in un ambiente particolarmente caldo l’ansimare potrebbe non bastare, e quindi la temperatura corporea va inesorabilmente su.

Le razze che rischiano di più

Qualunque cane, a prescindere dalla taglia e dall’età, può essere vittima di un colpo di calore. Ci sono però alcune razze che più di altre sarebbero predisposte. Sono il Chow chow, il Bulldog francese, quello inglese, il Dogo di Bordeaux, il Boxer. E ancora: Cavalier King Charles Spaniel, Carlino, Golden Retriever, Staffordshire Bull Terrier.

Si tratta in molti casi di cani brachicefali. Queste razze caratterizzate dal muso corto e schiacciato sono affette dalla cosiddetta sindrome brachicefalica o sindrome ostruttiva delle vie aeree superiori. Essa provoca nell’animale gravi difficoltà respiratorie. Numerosi studi, come riporta Greenme.it, dimostrano che tale patologia predispone l’animale all’ipertermia.

Cosa fare se il cane ha un colpo di calore

Il colpo di calore può venire in qualsiasi momento dell’anno, ma naturalmente in questo periodo bisogna stare ancora più attenti. Se si pensa che il proprio amico peloso stia per avere un colpo di calore bisogna spostarlo in un luogo fresco e ventilato. Poi raffreddare le sue zampe e le orecchie con acqua fresca, ma non gelata o con il ghiaccio.

Foto: Shutterstock