Antiparassitari ai randagi: a Trapani l’iniziativa dell’Oipa

Nell’ambito del progetto “ProteggiAMOli”, i volontari dell'Oipa stanno provvedendo alla copertura antiparassitaria dei cani senza casa
- - Ultimo aggiornamento
loading

Anche quest’anno l’Oipa di Trapani è in prima fila per la prevenzione dei randagi in strada. Nell’ambito del progetto “ProteggiAMOli”, come lo scorso anno i volontari dell’associazione stanno provvedendo alla copertura antiparassitaria dei cani senza casa. Questo grazie alle donazioni di privati cittadini e dei negozi di articoli per animali.

LEGGI ANCHE : >> L’Oipa lancia la campagna estiva contro l’abbandono di animali

L’iniziativa dell’Oipa di Trapani

“Siamo più che soddisfatti anche di questa seconda edizione perché siamo nuovamente riusciti a svolgere un ottimo lavoro per i nostri amici a quattro zampe”. Sono le parole di Baldo Ferlito, vicedelegato dell’OIPA trapanese. “I nostri volontari hanno applicato già più di 50 fialette a tutti i piccoli reimmessi sul territorio di Trapani, svolgendo anche un censimento dei vari randagi”.

L’Oipa di Trapani ha applicato gli antiparassitari anche ai cani ricoverati nell’ambulatorio veterinario comunale di via Tunisi, dove operano i volontari OIPA e quelli dell’associazione l’ARCA DI J.&O.

LEGGI ANCHE : >> Palio di Siena, l’ira dell’Oipa: «Competizione da abolire»

Il successo dell’iniziativa “ProteggiAMOli”

“Ringraziamo il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, e l’assessore al Randagismo Andrea Vassallo che, in meno di 48 ore, hanno autorizzato la seconda edizione del progetto”, continua Ferlito. “Un sentito grazie va a tutti i negozi di animali che hanno permesso la realizzazione di questa iniziativa e a tutti i volontari e ai privati cittadini che ogni giorno accudiscono decine di animali su tutto il territorio trapanese e oltre. Senza questa catena di solidarietà i cani randagi sarebbero ancora più soli”.

Foto: Ufficio stampa Oipa