Cam, l’orso salvato dall’allevamento illegale di bile

L'animale viveva in Vietnam in condizioni pietose e veniva sottoposto ogni giorno a dolorose estrazioni di bile
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si chiama Cam ed è stato salvato da un allevamento illegale di bile in Vietnam. Il ritrovamento è avvenuto grazie a World Animal Protection e Four Paws. Solo stati loro a trovare questo orso nero asiatico rinchiuso in una gabbia d’acciaio in cui probabilmente è cresciuto.

Inutile dire che le condizioni in cui viveva erano pessime, e ogni giorno subiva prelievi attraverso un catetere inserito nella cistifellea. L’estrazione della bile, molto dolorosa per gli orsi, viene purtroppo fatta per utilizzare il liquido come ingrediente in medicine tradizionali e tinture. Sebbene la legge vieti il commercio di questa sostanza, ultimamente ne è cresciuta la richiesta in tutto l’oriente, dopo che il governo cinese ha consigliato, per i casi gravi di Coronavirus, l’uso di un farmaco che contiene bile d’orso.

Ora Cam è stato trasferito in un santuario di Ninh Bin, dove potrà vivere in un ambiente protetto e condurre una normale esistenza da orso.