I cambiamenti climatici e gli effetti sulle nostre montagne: lo studio

Recenti studi hanno analizzato la connessione tra le frane sulle nostre montagne e il cambiamento climatico. Ecco cosa è stato scoperto.
-
loading

Clima e montagne hanno da sempre un rapporto simbiotico e non è certo una novità la connessione fra loro. Un recente studio, però, ha cercato di chiarire meglio il rapporto tra i cambiamenti climatici e lo stato delle nostre montagne. E dalle ricerche è emerso come l’aumento delle temperature con il conseguente scioglimento del permafrost determini instabilità sulle nostre vette.

Il fenomeno è stato osservato a partire dalle variazioni dei versanti e dalle frane occorse nel bacino del Rio Solda, in Val Venosta. Qui, da settant’anni, il ciclo sempre più veloce gelo/disgelo rappresenta il pericolo maggiore al di sopra dei 2500 metri. E le rilevazioni dimostrano un incremento dei crolli – soprattutto caduta dei massi – a partire dagli Anni Duemila mentre l’area di distacco si è elevata di 300 metri per l’infiltrazione delle acque dai ghiacciai.

LEGGI ANCHE: Le zone rosse della crisi climatica, fra poco qui non si potrà più vivere

Articolo di Paola M. Farina

Foto Shutterstock