Antartide, temperature record e neve rossa: le due cose sono collegate

In queste settimane abbiamo sentito molto parlare delle temperature da record in Antartide, un fenomeno oggettivamente proccupante da ascrivere a quello ben più complesso e […]
-
Antartide, temperature record e neve rossa: le due cose sono collegate

In queste settimane abbiamo sentito molto parlare delle temperature da record in Antartide, un fenomeno oggettivamente proccupante da ascrivere a quello ben più complesso e articolato dei cambiamenti climatici: contemporaneamente la neve, nelle foto che stanno circolando in queste ore sul web, appare di uno strano color rosso vermiglio. Come sono collegate le due cose?

Antartide, temperature record

Il 6 febbraio scorso le stazioni meterologiche in Antartide hanno rilevato la temperatura più calda mai riscontrata: 18,3 gradi. In Antartide è estate, ma in genere la temperatura estiva in questo continente si aggira intorno ai 10 gradi: al di là del sensazionalismo dei titoli sui giornali, e al netto delle considerazioni degli studiosi che precisano che un dato “fuori misura” non incide sulla media, è una situazione che va attentamente monitorata.

Il sito del Nasa Earth Observatory ha anche rilevato il diffuso scioglimento di ghiacciai vicini: dal 5 al 13 febbraio si sono registrate temperature fuori media stagionale, arrivate dopo due ondate di calore già registrate a novembre e a gennaio. Secondo la Nasa, 106 millimetri di neve su Eagle Island si sono sciolti tra il 6 e l’11 febbraio, cioè il 20% dell’accumulo di neve stagionale.

Neve rossa, perchè?

La neve rossa in Antartide non è un fenomeno nuovo: in realtà questo suggestivo cambiamento di colore si verifica tutti gli anni ed ha molto a che fare con la variazione della temperatura. La “watermelon snow”, è stato scoperto da poco, accelera infatti lo scioglimento dei ghiacchi e contribuisce ad un maggior assorbimento di calore, che comporta maggior perdita d’acqua.

In questi giorni a Vernadsky sull’isola di Galindez, base ucraina al largo della penisola più settentrionale…

Posted by DT Gomez on Wednesday, February 26, 2020

La comparsa del rosso dipende da un’alga unicellulare, che attiva così la sua protezione contro i raggi ultravioletti del sole e non solo libera colore, ma assorbe anche più calore, inducendo lo scioglimento della neve. Un circolo vizioso dagli esiti nefasti.