Escape4Change: a Torino la prima escape room che insegna economia circolare

L'iniziativa, nell’ambito del progetto "Metti in circolo il cambiamento", parte da Torino e arriverà in Toscana, Emilia Romagna e Sicilia. Ecco come partecipare
-

Conoscere l’economia circolare divertendosi: accade a Torino dove nasce la prima escape room dedicata all’ambiente. Si chiama Escape4Change e grazie a questa nuova forma di gioco in tendenza negli ultimi mesi, permetterà alle persone di acquisire informazioni green.

Per chi ancora non conoscesse le escape room, facciamo un po’ di chiarezza. Si tratta di un’attività di gruppo in cui, grazie all’astuzia e alla logica, e soprattutto al gioco di squadra, si deve uscire da una stanza allestita a tema. I partecipanti dovranno essere abili a decifrare gli indizi e sfruttare ogni elemento utile all’interno della camera per risolvere il gioco e guadagnarsi l’uscita.

Leggi anche: Manifesto di Assisi, presentato il documento: nuova sfida contro la crisi climatica

L’iniziativa è stata sviluppata nell’ambito di “Metti in circolo il cambiamento“. Si tratta di un progetto di educazione alla cittadinanza globale, organizzato dall’associazione LVIA e cofinanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione Internazionale.

Economia circolare in una stanza: ecco come partecipare

L’escape room sarà disponibile per tutto il mese di febbraio presso Spazi ReAli, in Corso San Maurizio 4, a Torino (osservando i seguenti orari: da lunedì a venerdì, dalle 13 alle 21 e sabato e domenica dalle 10 alle 21).

La stanza che educa all’economia circolare è stata ideata dall’associazione Eufemia. Al suo interno si dovranno risolvere quiz e puzzle, trovando la chiave per uscire. Lo scopo del gioco è riuscire a salvare la Terra prima che sia troppo tardi… Come partecipare? Ci si può iscrivere online compilando un form e scegliendo se gareggiare in gruppi di due o più persone.

Torino, la città con più smog secondo l’ultimo report di Legambinete, farà da apripista. Seguiranno poi la Toscana, l’Emilia Romagna e la Sicilia, sempre nell’ambito del progetto “Metti in circolo il cambiamento” che ha selezionato 60 giovani che parteciperanno a percorsi “on the job” nel settore della green economy.

serre verticali
Facebook Comments