European Green Deal: cosa prevede il pacchetto clima di Ursula von Der Leyen

Presentato il primo pacchetto sul clima europeo. L'obiettivo è rendere l’Europa climaticamente neutra, tutelando il Pianeta e il benessere delle persone. Tutto quello che c'è da sapere
- - Ultimo aggiornamento
European Green Deal: cosa prevede il pacchetto clima di Ursula von Der Leyen

La presidente della Commissione europea Ursula von Der Leyen ha presentato l’European Green Deal, il primo pacchetto sul clima europeo. L’obiettivo è quello di rendere l’Europa climaticamente neutra, tutelando il Pianeta e migliorando così il benessere delle persone.

Come ha spiegato la von Der Leyen, il piano favorirà anche l’economia: “Il Green Deal europeo è la nostra nuova strategia per la crescita. Ci consentirà di ridurre le emissioni e di creare posti di lavoro”.

Leggi anche: “Mare Caldo”: parte da Napoli la nuova operazione di Greenpeace per monitorare i nostri mari

Clima, energia, edifici, industria e mobilità sono i punti del pacchetto. Senza un intervento immediato assisteremo a un forte aumento dei decessi da inquinamento e da caldo e siccità. Non solo. Ci sarà meno acqua disponibile nelle regioni dell’Europa meridionale (40%) e aumenterà il rischio di inondazioni. Anche l’economia ne risentirà pesantemente: sono previsti 190 miliardi di euro di perdite annue in caso di aumento della temperatura media mondiale, oltre a un incremento del 20 % dei prezzi alimentari nel 2050.

European Green Deal: gli obiettivi del nuovo piano europeo per l’ambiente

Dal punto di vista climatico, l’European Green Deal prevede una UE a impatto climatico zero entro il 2050. Sarà proprio la Commissione a formulare una legge europea sul clima per per far sì che questo diventi un obbligo giuridico, incoraggiando gli investimenti.

In questa direzione sarà fondamentale decarbonizzare il settore energetico. La produzione e l’uso dell’energia rappresentano oltre il 75 % delle emissioni di gas a effetto serra dell’UE. Il piano prevede inoltre di riqualificare e ristrutturare gli edifici, favorendo così il risparmio: le persone potrebbero in questo modo ridurre le bollette energetiche e l’uso dell’energia.

Per quanto riguarda la mobilità, invece, saranno introdotte forme di trasporto privato e pubblico più pulite, più economiche e più sane. Basti pensare che i trasporti rappresentano il 25 % delle nostre emissioni.

L’Ue sosterrà l’industria (che attualmente utilizza solo il 12 % di materiali riciclati) nel settore dell’innovazione green, affinché l’Europa diventi leader mondiale nell’economia verde. Il pacchetto prevede il Just Transition Mechanism: un fondo di 100 miliardi di euro destinato alle regioni e ai settori più fragili, per consentire la riconversione energetica dell’intera industria europea.

accordo di parigi
Facebook Comments