Ikea sostiene l’ambiente: entro il 2030 solo materiali da fonti rinnovabili

Adottare politiche a favore della sostenibilità ambientale e alla lotta ai cambiamenti climatici, impegnandosi entro il 2030 a realizzare un piano green per ridurre la produzione di rifiuti, con una particolare attenzione ai punti dedicati ai materiali plastici. Ecco il progetto ambientale di Ikea
- - Ultimo aggiornamento
Ikea sostiene l’ambiente: entro il 2030 solo materiali da fonti rinnovabili

Ikea ha deciso di adottare politiche a favore della sostenibilità ambientale e alla lotta ai cambiamenti climatici, comunicando che entro il 2030 si impegnerà a realizzare un piano green per ridurre la produzione di rifiuti, con una particolare attenzione ai punti dedicati ai materiali plastici.

“Diventare veramente circolari significa soddisfare i mutevoli stili di vita delle persone, prolungare la vita di prodotti e materiali e utilizzare le risorse in modo più intelligente. Per mettere in pratica questi principi progetteremo tutti i prodotti fin dall’inizio per essere riutilizzati, riparati, riqualificati per altri usi, rivenduti o riciclati” – ha spiegato Lena Pripp-Kovac, Sustainability Manager di Ikea.

Ikea progetterà i suoi articoli rispettando i principi dell’economia circolare e impiegando esclusivamente materiali da fonti rinnovabili o da riciclo. Già dal 2020 spariranno dal mercato tutti i prodotti monouso in plastica (vale anche per i punti di ristoro del colosso svedese, che offriranno inoltre più pietanze vegetariane).

Non solo. Politiche green saranno adottate anche riguardo il trasporto dei prodotti da parte dei clienti, con consegne a domicilio con zero emissioni nel 2021. Inoltre, entro il 2025, in tutti i mercati in cui opera ci sarà un incremento dell’offerta di impianti fotovoltaici domestici, a cifre più accessibili.

“Il cambiamento sarà possibile solo collaborando e coltivando l’imprenditorialità. Siamo impegnati nel guidare questo processo lavorando tutti insieme, dai fornitori di materie prime fino ai nostri clienti e partner” – ha aggiunto Torbjörn Lööf, CEO del gruppo.

Premio Nazionale Startup Economia Circolare