Bando caldaie Regione Lazio: c’è ancora tempo per ottenere i fondi regionali

Bando caldaie Regione Lazio: c’è ancora tempo per presentare la domanda e ottenere i finanziamenti nell’ambito degli interventi per il risanamento della qualità dell’aria. L’iniziativa, […]
- - Ultimo aggiornamento
Bando caldaie Regione Lazio: c’è ancora tempo per ottenere i fondi regionali

Bando caldaie Regione Lazio: c’è ancora tempo per presentare la domanda e ottenere i finanziamenti nell’ambito degli interventi per il risanamento della qualità dell’aria.

L’iniziativa, promossa dalla Regione Lazio, vuole attuare il Programma di finanziamenti per le esigenze di tutela ambientale, con particolare attenzione al miglioramento della qualità dell’aria e alla riduzione delle emissioni di materiale particolato in atmosfera e nei centri urbani (DM Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare del 16 ottobre 2006).

Il bando, lanciato da Lazio Innova lo scorso novembre, è ancora aperto.

Bando caldaie Regione Lazio: modalità, tempi e requisiti

Finanziamenti a fondo perduto

I fondi complessivi previsti per il bando caldaie Regione Lazio ammontano a 4.850.000 euro.

Ogni singolo intervento prevede un costo che non potrà superare il valore determinato dalla somma dei valori massimi di seguito indicati per ogni singola tipologia che lo compone:

–          10.000 euro per la “sostituzione delle caldaie a biomassa legnosa

–          2.000 euro per la “installazione di elettrofiltri

Come vengono somministrati i finanziamenti? La dotazione consiste in un contributo a fondo perduto assegnato nella misura del 60% delle spese effettivamente sostenute per l’intervento o, se riguardanti diverse unità immobiliari, per gli interventi.

Ambiti in cui utilizzare i fondi

La Deliberazione della Giunta regionale (n. 688 del 15 novembre 2016 e ss. mm. e ii.) stabilisce i criteri per l’assegnazione dei contributi. Sono ammessi gli interventi realizzati in unità immobiliari situate nel territorio laziale. Per ogni unità immobiliare è possibile sovvenzionare un intervento composto da una o entrambe le tipologie.

I finanziamenti devono essere impiegati per:

–          la rottamazione e la sostituzione di vecchi generatori di calore, alimentati a biomasse legnose, con generatori di calore alimentati a biomasse legnose a basse emissioni e alto rendimento o alimentati a gas (metano, GPL), anche integrati con pannelli o collettori solari termici;

–          l’installazione di elettrofiltri finalizzata alla riduzione delle emissioni di particolato sottile degli impianti a biomasse legnose.

Beneficiari del bando

Il Bando caldaie Regione Lazio è rivolto ai soggetti pubblici o privati (persone fisiche, imprese o altre persone giuridiche di diritto privato) che, alla data di presentazione della domanda, abbiano il titolo di disponibilità dell’unità immobiliare ove realizzare l’intervento.

Che cosa si intende per “titolo di disponibilità”? Si fa riferimento a qualsiasi titolo di proprietà, diritto reale di godimento, locazione, anche finanziaria, o comodato, anche nella forma di contratto preliminare di cui all’articolo 1351 del codice civile con immissione nel possesso/detenzione.

Come inviare le domande per ottenere i finanziamenti

È ancora possibile presentare la richiesta unicamente per via telematica compilando il formulario disponibile online sulla piattaforma GeCoWEB, inviando la domanda e gli allegati richiesti via PEC (posta elettronica certificata) seguendo la procedura descritta nell’avviso.

Saranno accettate domande fino a concorrenza di un importo pari al doppio della dotazione complessiva (“overbooking”). In questo caso, la Direzione Regionale Ambiente e Sistemi Naturali adotterà un provvedimento di chiusura del bando, che sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e sul sito di Lazio Innova, nella pagina dedicata al bando.

Per tutte le informazioni visita il sito di Lazio Innova.

Banda ultra larga