Bicarbonato di sodio: mille usi ma anche controindicazioni, ecco quando stare attenti

Tra i rimedi naturali più impiegati in casa, il bicarbonato di sodio non è consigliato a tutti. Qualche consiglio utile.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il bicarbonato di sodio è un rimedio casalingo dai mille usi, che si può impiegare in ogni ambiente e assunto per problemi di stomaco. Tuttavia, proprio in questo secondo caso, occorre fare molta attenzione perché non è esente da rischi per la salute. Utile per la lievitazione, per esempio, e in diverse ricette, spesso un cucchiaino di bicarbonato facilita la digestione.

Bruciori di stomaco, pesantezza, acidità, gastrite e addirittura situazioni di intossicazione; o ancora come sbiancante nei dentifrici. Questi alcuni degli usi personali più comuni per il bicarbonato di sodio. Eppure, non tutti si soggetti dovrebbero ingerirlo a cuor leggero dal momento che ci sono alcune controindicazioni.

LEGGI ANCHE : – CON LA TACHIPIRINA ABBIAMO SEMPRE SBAGLIATO TUTTO

L’assunzione per via orale, infatti, è sconsigliata a chi soffre di pressione alta o di altre patologie a carico del sistema cardiocircolatorio. Addirittura, tra gli effetti negativi ci sono difficoltà di respirazione, calcolosi renale, eccesso di liquidi e, appunto, aumento della pressione. E l’uso è sconsigliato anche nel caso in cui si sta assumendo cortisone o si stia già seguendo una cura farmacologica.

LEGGI ANCHE : – L’ALZHEIMER DIPENDE ANCHE DAL LAVORO FATTO DA GIOVANI

Allo stesso modo, nelle persone che soffrono di meteorismo il bicarbonato potrebbe peggiorare la condizione. Quindi, anche se si tratta di un metodo naturale, è fondamentale consultare il medico quando l’assunzione diventa costante. Soprattutto, poi, attenzione in caso di allattamento o gravidanza: il consiglio è sempre quello di chiedere parere a un esperto.

Foto Shutterstock